Mercoledì, 28 Ottobre 2020

    Fabio Strinati, il poeta marchigiano innamorato di Taranto: la sua poesia sulla città ionica

    Fabio Strinati è un poeta, scrittore ed esperantista originario delle Marche. Nella sua carriera ha dato vita a numerose raccolte poetiche, ma ciò che spicca è il suo profondo legame con Taranto. In una camera di albergo della città ionica ha avuto un’ispirazione, scrivendo una poesia proprio sulla città dei due mari.

    Può spiegarci più nel dettaglio come è nata questa idea?

    “Viaggio tanto ed ho un legame molto profondo con il Sud. Taranto la frequento da diverso tempo e questa ispirazione che mi è venuta è un modo per condividere il mio pensiero sulla città”.

    Su cosa si sofferma la poesia in questione e cosa ne pensa della città ionica?

    “Si tratta di un testo molto personale, abbraccio la città sotto l’aspetto paesaggistico puntando sul mare. Sono mie sensazioni su Taranto, infatti faccio riferimento ai suoni ma anche alla splendida accoglienza. In questa città si possono quasi avvertire i battiti cardiaci delle persone, solo qui puoi cogliere tutte le sfaccettature della Puglia, tutta la regione si racchiude in Taranto”.

    Si aspetta una buona reazione da parte dei cittadini?

    “Penso che ci sarà una buona risposta, la poesia è una visione di vita. Certo, si può essere sensibili anche con la prosa, il racconto, però la poesia dà energie più vistose. Considero Taranto e i suoi abitanti molto attenti, mi auguro che i miei versi appassioneranno”.

     

    Qui di seguito la poesia:

     

    LETTERA DA TARANTO

    Odo il suono del tuo mare

    impresso nel momento,

    la vivacità, tua immutabile!

     

    Osservo la linea del confine,

    la scrittura del tuo corpo esteso;

    i seni del mar Piccolo...

    Ho toccato col mio grido

    all'usignolo in febbre!

     

    Sento il gorgoglìo, abile frusta

    nel tuo cuore acceso;

    ho per te una lettera,

    un seme che dimora

    a raffiche di gioia.

     

    FABIO STRINATI

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati