Martedì, 24 Ottobre 2017

    Scuola, arrivano i buoni libro per le famiglie col reddito basso

    A Taranto libri di testo per tutti gli studenti, anche per quelli appartenenti a nuclei familiari in difficoltà economica. Avviata la procedura per garantire la partenza dell’anno scolastico con i testi scolastici.

    La Regione Puglia assicura anche quest’anno il contributo alle famiglie in difficoltà economica per l’acquisto dei libri di testo per la scuola secondaria di 1 e 2 grado. Il finanziamento è finalizzato alla fornitura gratuita parziale dei libri di testo per le famiglie il cui reddito non superi la soglia dei 10.632,94 euro (indicatore Isee). Le somme stanziate dalla Regione vengono assegnate ai Comuni che individuano la modalità di erogazione del contributo fra tre possibili opzioni: ‘rimborso spese’, ‘buoni libro’ e ‘comodato d’uso’.
    L’Amministrazione comunale di Taranto, molto opportunamente, ha prioritariamente optato per il ‘buono libro’. Una scelta alla quale si è però giunti solo in seconda battuta, essendo inizialmente prevalsa la modalità del ‘rimborso spese’ – delibera di Giunta 191 del 28 settembre- su presentazione della copia dei giustificativi di spesa (fatture, scontrini fiscali, etc.). Infatti, su sollecitazione della categoria dei librai, l’Amministrazione comunale ha successivamente valutato di modificare la modalità di erogazione del contributo e di anticipare la consegna dei libri, dietro presentazione del ‘buono libro’ a disposizione delle famiglie che rientrano nei parametri Isee.

    «Il ‘rimborso spese’ – osserva Luigi Traetta, presidente provinciale dell’associazione librai ALI/Confcommercio- avrebbe creato disagio alle famiglie beneficiarie, costrette ad anticipare cifre importanti, soprattutto laddove vi sono più figli. Abbiamo chiesto ed ottenuto, grazie anche alla mediazione del consigliere delegato alla Pubblica Istruzione, Michele De Martino, ed al coinvolgimento dell’assessore ai Servizi Sociali, Simona Scapati, che hanno subito compreso la difficoltà nella quale si sarebbero trovate le famiglie, di rivedere il percorso già avviato e deliberato, in favore dell’opzione ‘buoni libro’, senz’altro più confacente alle immediate necessità delle famiglie in difficoltà. Abbiamo fatto presente che molti ragazzi avrebbero corso il rischio di dover affrontare l’anno scolastico senza libri, pertanto l’unica soluzione era che i librai si facessero immediatamente carico della consegna dei libri di testo alla presentazione del buono libro. Il nuovo percorso è stato pienamente condiviso dal Sindaco e dalla Giunta che ha approvato un emendamento alla precedente delibera.
    I librai ritengono che il diritto allo studio dei giovani tarantini debba prevalere su tutto e che la categoria debba responsabilmente farsi garante di questo diritto, offrendo la disponibilità delle imprese ad anticipare le fornitura, in attesa della liquidazione delle somme spettanti».
    Per i cittadini beneficiari che avessero già proceduto all’acquisto in proprio è prevista, comunque, la rimborsabilità della spesa sostenuta sulla base della presentazione degli scontrini fiscali.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

     

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati