Giovedì, 13 Dicembre 2018

    Il Sindaco ordina: “No alla vendita di fuochi artificiali da parte di ambulanti”

    Dal 29 dicembre prossimo e fino al 6 gennaio 2018 non sarà tollerata l’esplosione di fuochi artificiali non conformi alle norme e sarà vietata la vendita degli stessi da parte degli ambulanti.

    Tolleranza zero, insomma, da palazzo di città all’approssimarsi dei festeggiamenti per l’ingresso del nuovo anno. Lo ha stabilito un’ordinanza emessa dal primo cittadino in persona che ha così voluto porre un freno alla vendita indiscriminata di botti realizzati in barba ai criteri previsti dalla legge.

    L’ordinanza prende atto delle statuizioni introdotte nel nostro ordinamento con il decreto 123 del 2015. In particolare, la previsione per cui gli unici prodotti pirotecnici utilizzabili solo quelli recanti la marchiatura “CE del tipo”. Tali prodotti sono realizzati in conformità alle normative europee e quindi nel rispetto dei consumatori, ma anche di coloro che non intendono farne uso in quanto il rumore dagli stessi emesso non supera i 120 decibel).

    A differenza degli scorsi anni, tale previsione viene estesa per un periodo ben superiore rispetto alla mera notte di Capodanno. Il divieto, infatti, varrà dal 29 dicembre al 6 gennaio.

    Ma la stretta più importante è quella che riguarda i venditori ambulanti. Nell’ordinanza è fatto specifico divieto di vendere prodotti pirotecnici da parte di coloro che non sono in possesso di una regolare licenza rilasciata dalla prefettura.

    Circa l’ottemperanza dell’ordinanza sindacale, i controlli sono demandati alla Polizia municipale cui spetterà il contrasto alla vendita di fuochi artificiali illegali.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati