Giovedì, 24 Maggio 2018

    ISTITUTO “G.PAISIELLO”: NUOVA BOCCATA D’OSSIGENO In evidenza

    By Ottaviano Larini Febbraio 06, 2018 162

    Dopo l’ennesimo periodo di profonda incertezza, che oramai da diversi anni regna sovrano sul futuro dell’istituto musicale tarantino “G.Paisiello”, ecco arrivare ieri una ‘mezza’ buona notizia.

    Nella giornata di venerdì prossimo giungerà infatti da Roma, e più precisamente dal MIUR, la somma di 300.000,00€, cui se ne aggiungerà una seconda da 400.000,00€ entro il 28 Febbraio.

    L’ingente iniezione monetaria servirà all’Istituto tarantino per pagare gli stipendi ai professori e per portare avanti l’attività didattica.

    Tuttavia, al di là della saggia decisione del MIUR, la situazione dell’Istituto resta alquanto critica, ovvero piena di incertezze per il futuro a causa delle cicliche difficoltà economiche.

    E’ pertanto in questo contesto che deve rientrare la volontà di statalizzare l’Istituto, il quale in questa maniera riuscirebbe ad avviare una nuova forma gestionale, che si consoliderebbe all’interno della pubblica istruzione. A tal proposito, dopo l’incontro di ieri pomeriggio a Roma tra Elvira Serafini, segretario generale Snals, ed il Capo di Gabinetto Miur Sabrina Bono, è emersa la volontà delle parti di procedere in tal senso. Una procedura che, stando a quanto riferito, dovrebbe durare tre anni.

    Ad oggi però l’accordo è solo a parole, e la situazione non è certo delle più rosee. Basti pensare che se ieri lo Stato non fosse intervenuto concretamente, il prossimo 1° Marzo 2018 parte del corpo docente sarebbe finito in mobilità provvisoria. Mobilità che quindi, in assenza di ulteriori sviluppi concreti, è solo rimandata.  

     

    Il COMMENTO A CALDO DELLA UIL TARANTO: “Impegni concreti”

     

    Gli impegni di ieri fanno seguito alle intese raggiunte nell’incontro con le Organizzazioni sindacali Confederali di Taranto CGIL, CISL e UIL lo scorso 22 dicembre”. Questo il commento a caldo della UIL di Taranto, da tempo attiva sulla spinosa questione dell’Istituto musicale.

    Il presidente della Provincia Tamburrano – aggiunge il sindacato ionico - ha annunciato l’immediata sospensione delle procedure di mobilità; procedura che sarebbe altrimenti scattata dal prossimo 1° marzo 2018.

    UIL Taranto, che da sempre ha seguito le vicende che hanno riguardato e coinvolto nel loro diritto allo studio gli studenti (di Taranto e non solo), da un lato, e la dignità piena del personale di questo importante presidio culturale nel capoluogo jonico, esprime piena soddisfazione per quanto raggiunto oggi tra MIUR ed Ente Provincia, cui va riconosciuto il concreto impegno profuso”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati