Sabato, 24 Febbraio 2018

    Caso AMAT. Motolese: “nessuna irregolarità del presidente Fazioli”

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Non c’è stata alcuna illegittimità amministrativa nella scelta del professor Roberto Fazioli come presidente del cda di Amat”. Questa la secca risposta di Massimiliano Motolese, assessore comunale di Taranto alle Partecipate, in merito al polverone mediatico sollevatosi dopo la nomina dell’emiliano Roberto Fazioli a Presidente dell’Amat.

    La questione, nata alcuni giorni addietro a seguito di una interrogazione comunale, era stata causata da presunte irregolarità riscontrate nella candidatura presentata dallo stesso Fazioli durante il concorso ad evidenza pubblica. Per inciso, nella candidatura di Roberto Fazioli, pur in assenza di condanne penali, non sarebbero stati segnalati tre procedimenti in corso a suo carico per bancarotta.

    Va comunque detto che, subito dopo aver inviato la candidatura, il Comune di Taranto ha ricevuto una mail a mezzo PEC in cui lo stesso Fazioli segnalava la medesima irregolarità formale, rimettendosi alle volontà del Sindaco Melucci.

    Ora, dopo la richiesta di spiegazioni presentata nell’ultimo Consiglio Comunale, è arrivata la risposta dell’Assessore alle Partecipate Motolese. L’assessore conferma che i requisiti ed i limiti previsti dal bando sono stati rispettati e che nelle indicazioni fornite dal professor Fazioli non è stata riscontrata la volontà del dolo. “Si è trattato di un mero errore – ha precisato Motolese – che non intacca il suo curriculum professionale, sul quale ci siamo basati per individuarlo come presidente di Amat. E’ stato scelto per la sua indubbia professionalità e stiamo parlando di una persona che non ha certo bisogno di andare a caccia di un ulteriore incentivo economico”.

    Discutendo dei procedimenti penali di Fazioli in corso, l’assessore Motolese ha poi affermato che: “per un professionista che ha guidato ventisei società partecipate è un rischio da mettere in conto. Anzi merita attenzione chi ha il coraggio di assumere così tante responsabilità”.

    In ogni caso il Comune ha trasmesso il fascicolo relativo alla nomina alla magistratura per gli opportuni approfondimenti.

    Infine l’assessore Motolese precisa che l’iter istruttorio di nomina non si è ancora concluso e nell’attesa di ricevere le opportune certificazioni da tutti i componenti del cda Amat, il sindaco si riserverà ulteriori e definitive valutazioni.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati