Mercoledì, 12 Dicembre 2018

    Città vecchia, il Comune ora vuole recuperare il cantiere Maggese

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Tutta la mia città

    Il 20 febbraio del 2010 l’inaugurazione del Laboratorio Urbano. Nel 2017 la chiusura con tanto di muratura degli ingressi di un luogo abbandonato e divenuto l’ennesima discarica urbana della città. Ora il Comune intende recuperarlo.

    Di cosa parliamo? Del “Cantiere Maggese” in largo san Gaetano, nel borgo antico di Taranto. Nell’ultima riunione di Giunta, l’assessore al Patrimonio, Francesca Viggiano, ha proposto di candidare questo sito abbandonato nell’ambito del bando “Il bene torna comune” pubblicato dalla Fondazione con il Sud.

    Per il momento ci sono 4 milioni di euro a disposizione, ma la misura si rivolge ad un’area territoriale piuttosto vasta che comprende Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

    La procedura descritta nel bando prevede due fasi. Nel corso della prima faseamministratori e proprietari dei beni (persone fisiche e giuridiche, enti pubblici e privati) possono inviare alla Fondazione una manifestazione di interesse con cui si impegnano “a riservarle l’onere e il diritto di individuare il miglior intervento di valorizzazione del bene e, di conseguenza, di selezionare l’ente del Terzo settore a cui concederanno l’utilizzo del bene per almeno 10 anni”.

    Nella seconda fase, gli enti del Terzo settore potranno presentare progetti di valorizzazione relativi ai beni selezionati, in un’ottica di uso comune e di restituzione alla collettività degli immobili. Le proposte progettuali potranno essere presentate da partnership composte da almeno tre soggetti, di cui due organizzazioni di Terzo settore, oltre a istituzioni, università, mondo economico e della ricerca.

    In quest’ottica, la Giunta Melucci ha individuato il Cantiere Maggese al fine di creare all'interno della città vecchia un polo di aggregazione. L’ex convento di san Gaetano, del resto, è di proprietà del Comune che ne ha ritenuto idonea la configurazione per poter sviluppare buone pratiche di comunità. Ora non resta che attendere la decisione della Fondazione e capire se il Cantiere potrà godere delle risorse stanziate dal bando.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati