Venerdì, 25 Maggio 2018

    Raccolta firme per punti pronto intervento, appello bipartisan

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Sembra non avere colore politico la raccolta firme per la riapertura dei punti di primo intervento promossa in provincia di Taranto.

    Questa mattina i consiglieri regionali Renato Perrini di Direzione Italia e Mino Borraccino  di Sinistra italiana hanno partecipato a Crispiano alla raccolta firme organizzata dal comitato “Riapriamo il Pronto Soccorso San Giuseppe Moscati”.

    “Insieme al collega Mino Borraccino – afferma Perrini - abbiamo ribadito alcuni concetti che proviamo a spiegare da due anni al presidente Emiliano. La decisione di chiudere i pronto soccorso dell’ospedale Moscati, e del San Marco di Grottaglie, è profondamente sbagliata. Taranto, con un bacino di utenza complessivo di 320 abitanti, è rimasta con un solo pronto soccorso, ma oggi addirittura il governatore vuole chiudere anche quei presidi territoriali nell’ambito della emergenza-urgenza”.

    Ad Emiliano, l’esponente del partito di Fitto, ricorda che i punti di primo intervento li voluti lo stesso presidente della Regione “all’interno di un riordino sanitario che ho più volte definito folle”.

    “Non possiamo restare in silenzio – conclude Perrini -, la politica deve mettere da parte le sue ideologie e combattere per un obiettivo comune, e soprattutto deve fare da collante tra le comunità che rivendicano il loro diritto alla salute”.

    L’esigenza è sentita, tanto che a Taranto un esponente del Partito Democratico e della corrente Fonte Dem, ovvero quella di Emiliano, Massimiliano Stellato, sta portando avanti la medesima battaglia e già da tempo ha dato vita ad una raccolta firme per impedire la chiusura del punto di intervento del Moscati. Sempre nel PD, il circolo di Paolo VI° ha alzato recentemente la voce contro il provvedimento che prevede tagli in 39 nosocomi pugliesi.

    Monta quindi la protesta e presto l’insoddisfazione potrebbe raggiungere il capoluogo regionale come annunciato da Perrini. Un fronte certamente caldo che presto non potrà più essere ignorato.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati