Martedì, 11 Dicembre 2018

    Ilva: a Roma trattiva no-stop, ma le parti restano distanti In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Le parti restano distanti, nonostante si stia trattando ad oltranza. Mittal e le parti sociali non hanno ancora trovato un accordo soddisfacente per entrambe. Come riferisce l’Ansa, ieri sera, le compagini sono andate avanti sino a tarda ora nella sede dei sindacati metalmeccanici confederali a Roma per ricercare un’intesa che ancora non arriva

    Per questo Fim, Uilm, Fiom e Usb ed una delegazione di AmInvestCo si rivedranno anche oggi. Il problema rimane quello relativo al numero di lavoratori che transiteranno nel gruppo che dovrebbe acquisire l’Ilva. I sindacati chiedono che non ci siano esuberi, mentre Mittal vorrebbe garantirsi le prestazioni dei soli operai che siano direttamente coinvolti nel core business aziendale, ovvero nella produzione di acciaio.

    Qualche timida apertura da parte del gruppo franco-indiano, secondo indiscrezioni, ci sarebbe stata, ma non è ancora sufficiente per le rappresentanze dei metalmeccanici.

    L’impressione tuttavia è che le parti non vogliano aspettare la formazione del nuovo Governo e per questo starebbero cercando di sciogliere i nodi ancora sul tavolo attraverso degli incontri informali. Lo dimostra l’agenda di ieri. Basti pensare che la riunione si è conclusa intorno all’una dì notte dopo aver preso avvio in tarda mattinata.”Nel tardo pomeriggio – riferisce un’agenzia Agi - si sono diffuse notizie ottimistiche secondo le quali si cominciava a intravvedere, dopo una fase molto difficile, una prima schiarita e la possibilità di una intesa o, quantomeno, di una stretta finale non sembrava poi molto lontana. Nel tardo pomeriggio il confronto e' stato temporaneamente sospeso. Il confronto è ripreso dopo le 20 di ieri sera in via ristretta”.

    Come detto, le parti torneranno a vedersi questa mattina. Ricordiamo che in questa fase non è dei giochi il ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, che pure aveva recentemente invitato le parti a fare presto per trovare un’intesa.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati