Martedì, 19 Novembre 2019

    Ex Ilva: Il procuratore Capristo incontra l’amministratore delegato e i commissari

    Foto di repertorio (Studio R.Ingenito) Foto di repertorio (Studio R.Ingenito)

    Nella mattinata di ieri, giovedì 7 novembre, il procuratore capo di Taranto, Carlo Maria Capristo, ha incontrato l’amministratore delegato di ArcelorMittal, Lucia Morselli. A riferirlo è l’Agi.

    Il motivo
    Tra i due ci sarebbe stato esclusivamente un incontro conoscitivo, di presentazione. Dunque, non si è entrati nel dettaglio delle vicende riguardanti lo stabilimento siderurgico.

    Il faccia a faccia con i commissari
    Capristo ha successivamente avuto un colloquio anche con i tre commissari di Ilva in Amministrazione straordinaria, Ardito, Danovi e Lupo. Con loro si è fatto il punto della situazione sull’andamento dei lavori sull’altoforno 2. Lo scorso settembre il Tribunale del Riesame ha infatti accolto il ricorso presentato da Ilva in Amministrazione straordinaria, concedendo la facoltà d’uso dell’impianto per effettuare gli interventi necessari per mettere in sicurezza l’Afo2.

    Quali sono i lavori e i tempi
    Bisognerà installare la macchina a tappare, quella a forare e il caricamento automatico. I commissari hanno riferito al procuratore ionico che entro il 13 novembre presenteranno l’analisi di rischio sull’impianto ed entro i 10 giorni successivi saranno definiti i progetti di dettaglio sui quali far partire gli ordini per le macchine in questione. Tutto sarò concluso entro un anno, secondo quanto comunicato dai commissari, mentre i tempi di installazione delle macchine variano dai 6 agli 8 mesi. Ardito, Danovi e Lupo hanno comunque garantito a Capristo che il livello di rischio attuale per l’altoforno 2 è già accettabile e con i nuovi interventi migliorerà ancora.

    Il tragico evento all’altoforno 2
    Dopo 4 giorni di agonia, un operaio di 35 anni, Alessandro Morricella, morì a causa di un getto di ghisa incandescente che lo investì in pieno. Fu la fiammata a rivelarsi fatale per il lavoratore.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati