Giovedì, 27 Febbraio 2020

    Guasto macchinario risonanza magnetica, botta e risposta De Giorgi-Asl

    Botta e risposta tra l’onorevole Rosalba De Giorgi e la Asl di Taranto. La deputata tarantina è intervenuta nell’Aula della Camera per denunciare il guasto del macchinario per la risonanza magnetica dell’ospedale “Santissima Annunziata”: “Onorevoli colleghi, è con sconcerto che devo segnalare gli assurdi disagi che sono costretti ad affrontare in ambito sanitario gli abitanti di Taranto soprattutto in quest'ultimo periodo. Come se non bastassero il parziale utilizzo del pronto soccorso del principale nosocomio cittadino (attualmente è interessato da interventi di ristrutturazione) ed il sovraccarico di lavoro a cui è obbligato il personale, adesso si devono riscontrare anche i guasti improvvisi di macchinari utilizzati per importanti esami diagnostici.

    L'ultimo esempio è fornito dalla strumentazione della risonanza magnetica dell'ospedale “Ss. Annunziata” che da alcuni giorni è praticamente “fuori uso”, una situazione che costringe i pazienti che hanno necessità di essere sottoposti a quel particolare accertamento – aggiunge De Giorgi - al trasferimento temporaneo a Manduria (centro della provincia ionica a circa 35 chilometri dal capoluogo) dove è disponibile un'apparecchiatura di nuova generazione”.

    “Criticità anche al Moscati”

    “Un disagio la cui portata se da un lato è facilmente intuibile, dall'altro non può essere assolutamente accettato alla luce dell'emergenza sanitaria in cui versa la città di Taranto a causa di un inquinamento ambientale che nessuno è in grado di contrastare efficacemente. La speranza (è assurdo, ma è quella a cui dobbiamo purtroppo aggrapparci) è che questa situazione non debba produrre effetti ancora per molto tempo. Anche perché, e questo lo si apprende da notizie di stampa, a partire dal prossimo mese uno dei due macchinari della radioterapia utilizzati nell'altro ospedale di Taranto, il “Moscati”, dovrà essere fermato in attesa di sostituzione. I responsabili della struttura sanitaria in questione – conclude il membro della Camera - parlano di una criticità che dovrebbe durare 4/5 mesi, l'ennesima criticità che la popolazione tarantina non può assolutamente permettersi”.

    La Asl: “Il 12 febbraio ripristinata la sala diagnostica in oggetto”

    “Nella mattinata di lunedì 10 febbraio si è verificato un guasto all’apparecchio di Risonanza Magnetica 1.5 T del Presidio Ospedaliero Centrale della Asl Taranto. È stata prontamente chiamata l’assistenza tecnica che nella giornata di martedì 11 febbraio ha effettuato la riparazione del guasto. Mercoledì 12 febbraio è stata ripristinata la sala diagnostica in oggetto. Per evitare ritardi diagnostici o allungamenti dei tempi di ricovero, gli esami dei pazienti ambulatoriali e ricoverati programmati nelle giornate di fermo-macchina sono stati eseguiti presso il servizio di Radiologia del presidio ospedaliero di Manduria, da personale medico in organico al SS. Annunziata”.

    “Al Moscati non sarà interrotta l’attività radioterapica”

    “I macchinari del presidio ospedaliero “S. G. Moscati”, più precisamente i due acceleratori lineari, verranno sostituiti con i nuovi, ciononostante l’attività radioterapica – conclude la Asl ionica - non verrà in alcun modo interrotta ma solo ridotta, e garantite tutte le urgenze, come da programma di ristrutturazione del polo oncologico Asl Taranto”.

    Rossi: “Dimostrate responsabilità ed attenzione”

    Il direttore generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi, ha affermato che “aver garantito il ripristino dell’apparecchio di risonanza e riaperto l’agenda radiologica per le prestazioni in meno di 24 ore è segno tangibile di responsabilità e attenzione verso i cittadini di Taranto”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati