Venerdì, 07 Agosto 2020

    Arcelor: Ispezione dei Commissari. I sindacati: “Quale futuro per stabilimento?”

    Ispezioni dei Commissari nello stabilimento Arcelor Mittal questa mattina, lunedì 1 giugno.


    “Non conosciamo il calendario ispettivo - dichiara Biagio Prisciano, segretario generale FIM CISL Taranto - ma è frutto di una nostra denuncia, portata a conoscenza del Prefetto nel nostro sit in sotto la prefettura. Arcelor continua a trincerarsi dietro il Covid: non ci sono manutenzioni ordinarie e straordinarie, c’è un uso spropositato della cassa integrazione con picchi del 90% e Arcelor non è disponibile a una integrazione salariale (chiesta nel nostro incontro in cui abbiamo anche richiesto le rotazioni per dare sollievo ai lavoratori). Secondo gli ultimi DPCM c’è anche la possibilità di uno sgravio di contributi e abbiamo chiesto ad Arcelor di trovare un sistema per farlo andare nelle tasche dei lavoratori. Anche la situazione dell’appalto è indescrivibile, vogliamo capire quale sarà il futuro dello stabilimento e le risposte devono arrivare da Arcelor e dal Governo”.
    Secondo Antonio Talò, segretario generale UILM Taranto: “Se il controllo dei commissari arriva dopo una nostra denuncia fa riflettere, sarebbe la prova che in questi mesi avevamo ragione e che si era lasciata mano libera a una multinazionale che ha fatto ciò che voleva.
    Spero invece stiano valutando altre questioni. Vogliamo parlare del futuro dello stabilimento e trovare una soluzione. Se bisogna rinnovare (come crediamo) non deve essere a scapito dei lavoratori che stanno già pagando un prezzo alto”.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati