Giovedì, 25 Febbraio 2021

    Scuola, studenti di Taranto protestano di fronte all’istituto “Righi”

    Una protesta da parte di alcuni studenti di Taranto è stata inscenata nella mattinata del 7 gennaio di fronte all’istituto scolastico “Righi”. Presente uno striscione, che recitava: “In Dad senza mezzi, a scuola senza sicurezza. In piazza a riprenderci il futuro”.

    I motivi della protesta

    Gli studenti lamentano “anni di politiche di smantellamento dei servizi pubblici, come la scuola, che hanno dato i propri frutti durante la pandemia. Contro chi afferma che la DaD sia un successo, gli studenti rispondono con i dati IPSOS pubblicati due giorni fa: almeno uno studente per classe ha abbandonato gli studi a causa del COVID. L’abbandono scolastico è aumentato in modo vertiginoso, complice anche la situazione economico-sociale degli studenti, specialmente a Taranto. Il governo, tra un DPCM e l'altro, si è volutamente lavato le mani riguardo la scuola pubblica: dagli studenti ai docenti agli impiegati, tutti hanno dovuto sborsare (chi più, chi meno) per poter continuare a studiare o lavorare”.

    Le parole del rappresentante degli studenti presso la Consulta provinciale di Taranto

    “L'emergenza è finita nel momento in cui il governo ha allentato le misure di quarantena. Da giugno a gennaio, i Ministri hanno concentrato i propri sforzi per tenere in piedi il tessuto produttivo, a discapito direttamente della salute dei lavoratori e indirettamente alle altre categorie che usufruiscono dei servizi pubblici. Scenderemo in piazza il 29 gennaio – ha affermato Dennis Boccuni - nella stessa data dello sciopero generale dei lavoratori, indetto dai sindacati combattivi per conquistare ampie misure per la sicurezza delle scuole. Esprimiamo tutta la nostra contrarietà alle politiche del Governo che preferisce salvaguardare il profitto delle aziende piuttosto che la salute dei lavoratori e, di concerto, dei loro figli: gli studenti. Nelle prossime settimane gli sforzi dei lavoratori e degli studenti si concentreranno contro il vero avversario: i grandi industriali e i loro lacchè al Governo”.

     

    Informazione Pubblicitaria
    Kyma Riciclabili

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati