Lunedì, 19 Aprile 2021

    Interventi sulle strade, intesa con AqP per evitare scavi selvaggi In evidenza

    Sopralluoghi settimanali sui cantieri e comunicazione capillare degli interventi in corso. Sono le due priorità scaturite dalla riunione tenuta nei giorni scorsi dai tecnici della Direzione Lavori Pubblici e dell’Acquedotto Pugliese, cui ha partecipato l’assessore al ramo Francesca Viggiano.


    Il sindaco Rinaldo Melucci aveva dato precise indicazioni alle strutture tecniche affinché fosse monitorato l’andamento dei lavori che impattano sulle strade cittadine, proprio per evitare scavi e rotture successive al rifacimento degli asfalti. In particolare, con AqP è stata effettuata un’analisi dei lavori effettuati, tra straordinaria manutenzione, realizzazione di nuovi impianti, interventi in favore dei privati per nuovi allacci e interventi di somma urgenza.


    «Abbiamo deciso di effettuare sopralluoghi congiunti nelle are di cantiere, ogni settimana – ha spiegato Viggiano –, per verificare la regolare esecuzione dei lavori. Si procederà, inoltre, a una comunicazione più attenta degli interventi, soprattutto per quelli che prevedono una maggiore durata per ragioni tecniche».


    Dalla riunione è scaturita anche la necessità di potenziare l’uso del portale della viabilità da parte degli enti terzi, come AqP, per la programmazione degli interventi, anche se urgenti. In questo modo, sarà possibile programmare in tempo utile anche gli interventi sugli asfalti da parte dell’amministrazione comunale. «Abbiamo investito tantissime risorse nel grande piano strade e marciapiedi – ha aggiunto Viggiano –, stiamo per investire altri milioni di euro per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini e non tollereremo più che, a intervento ultimato, qualcun altro operi selvaggiamente. Chi non rispetta le regole paga e pagherà, come dimostrano i numerosi verbali della Polizia Locale, anche a seguito della puntuale sorveglianza del territorio effettuata dai tecnici della Direzione Lavori Pubblici».


    Raccolta la disponibilità di AqP, tale modello di collaborazione sarà ora proposto agli altri enti terzi che stanno operando sul territorio cittadino.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati