Lunedì, 20 Novembre 2017

    Operatori marittimi a Baldassari: «con Melucci sindaco, rischio di conflitto di interessi» In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio Renato Ingenito

    «L'eventuale elezione a sindaco di Rinaldo Melucci? Andrebbe a determinare un pesantissimo conflitto di interessi, per non parlare di una conseguente lesione delle condizioni di libera concorrenza».

    È la grande preoccupazione manifestata da un nutrito gruppo di imprenditori e operatori marittimi che hanno chiesto un incontro urgente alla candidata sindaco Stefania Baldassari, coalizione “Insieme per Taranto”, proprio per prospettare il pericolo che potrebbe correre l'ampio panorama di attività economico-marittime che, come noto, dipendono in maniera massiva dalla grande industria, in particolar modo da quella siderurgica.
    Secondo quanto sostenuto dagli operatori del settore, «il duplice ruolo di presidente dello Jonian Shipping Consortium e di candidato alla carica di sindaco di Rinaldo Melucci pone grandi vincoli per una equa e concorrenziale gestione delle attività Commerciali e di servizio delle attività marittime».
    Ed è per questo che gli imprenditori nel rivolgersi alla candidata Baldassari «hanno assicurato ogni più proficua collaborazione perché il futuro del Porto, che deve rappresentare sempre di più il settore di sviluppo primario dell’economia cittadina, sia programmato sulla base di una intesa tra la Comunità dei liberi imprenditori ed un’Amministrazione comunale rinnovata in quell’azione e quei metodi che hanno caratterizzato, invece, negativamente e passivamente l'opera di coloro che fino ad oggi hanno gestito la politica cittadina, i quali, alla luce delle ultime alleanze ed apparentamenti siglati dalla coalizione del centrosinistra, sembra si stiano riproponendo garantendo una continuità amministrativa di cui Taranto non ha assolutamente bisogno».
    Temendo quindi «il materializzarsi di un conflitto di interessi e di una posizione dominante che, già oggi fortemente lesiva delle condizioni di libera concorrenza da sempre unico regolatore delle attività marittime in generale dettate solo dalla professionalità degli operatori, potrebbe ulteriormente aggravarsi in caso di elezione a sindaco di Melucci», gli operatori hanno assicurato «ogni sforzo per sostenere Baldassari che con la propria azione ed i propri programmi ha dato ascolto alla libera imprenditoria, che da sempre senza alcuna imposizione dall’alto ha operato nell’interesse del Porto e della collettività dei lavoratori che dalle attività marittime trovano ragione di vita per le proprie famiglie».
    Gli imprenditori non hanno alcun dubbio nel dichiararsi soddisfatti dell’impegno della candidata sindaco «di proseguire in un progetto di piena collaborazione e consultazione per la programmazione, per quanto di competenza dell’Amministrazione comunale, perché il Porto rappresenti il settore trainante dell’economia cittadina sempre meno dipendente, in prospettiva, dalle attività di base dell’industria pesante».

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati