Baldassari, «sarò in consiglio comunale e lavorerò nell'interesse della città» In evidenza

Giovedì, 29 Giugno 2017 07:56

Stefania Baldassari, sconfitta al ballottaggio da Rinaldo Melucci, annuncia che, nel rispetto dei suoi elettori, «sarò in consiglio comunale e appena possibile presenterò un ordine del giorno sulla questione Ilva».

«Parlo a tre giorni dalla sconfitta – dice- perché non sono una consumata politica di rango. Sono una cittadina che ha provato a dare il suo contributo e per questo non avvezza a certe dinamiche ha dovuto elaborare il risultato in silenzio, affrontando il gusto amaro della delusione. La macchina del fango continua ad essere ancora accesa – fa sapere la direttrice del carcere- mentre sarebbe utile per tutti analizzare le ragioni delle vittorie sul filo di lana, della perdita di consenso, o fare valutazioni indispensabili sul perché più della metà dei tarantini ha deciso di astenersi».
Secondo il giudizio di Baldassari, «il valore della mia proposta avrebbe avuto bisogno di più tempo per essere compresa fino in fondo e anche di meno pregiudizi ideologici per essere accolta anche da certi ambienti abituati a ragionare a compartimenti stagna».
Tuttavia, riferisce, «non mi sento tradita, abbandonata o vittima di chi sa quali intrighi di palazzo. Quei voti sono veri, puri e a torto o a ragione per ognuno di quei voti io mi sento orgogliosa e grata».
Leale e onesta fino in fondo, crede di aver perso «per ragioni tutte legate all’inesperienza mia e del mio staff più ristretto: cittadini volenterosi, capaci, impegnati nel sociale e nel loro lavoro ma poco pratici in termini di costruzioni di alleanze o accordi politici. Ora però – aggiunge- chiedo di essere rispettata nel mio ruolo di cittadina, consigliere comunale di opposizione e direttrice della Casa Circondariale di Taranto garante anche di quell’indispensabile bisogno di legalità e giustizia ripartiva di cui la nostra comunità ha estremo bisogno». A suo dire, «il dileggio, la sbornia da diffamazione quando colpisce persone dello Stato e istituzioni indebolisce di fatto un po’ tutti noi. Mentre abbiamo sfide importanti da affrontare e per questo, sarà necessario tornare a colloquiare con tutti nell’interesse esclusivo della città, possibilmente sminando il terreno da vendette, ripicche e tornaconti personali».
Per questa ragione, «Rinaldo Melucci sarà anche il mio sindaco, - commenta Baldassari- e non smetterò di fare da sprone per la politica amministrativa di cui lui insieme alla sua giunta saranno garanti. Con senso di responsabilità non faremo mancare il nostro sostegno nelle fasi più delicate della vita della città, ma non lesineremo critiche e interventi duri su tutte le questioni che riguardano il futuro delle famiglie tarantine».
In primo luogo «sarà opportuno mettere mano ai rendiconti economici dell’ente che già da tempo sono sotto la lente di osservazione attenta della Corte dei Conti con il rischio di un nuovo default economico che i tarantini pagherebbero nuovamente sotto forma di cartelle esattoriali e mancato sviluppo».
L'opposizione, spiega, «non si dovrà limitare ad essere osservatrice e per questo, come consigliera presenterò alla prima occasione utile un ordine del giorno che sottoporrò all’attenzione di tutti i consiglieri eletti, affinché si possa istituire un organo di consultazione intermedia aperto anche ai rappresentanti della minoranza, per la creazione di un comitato di saggi da affiancare al sindaco nelle fasi delicate di consultazioni con i nuovi acquirenti Ilva».
Sarebbe questo, riferisce, «un gesto di grande attenzione verso tutte le sensibilità politiche espresse in consiglio comunale che contribuirebbe a rasserenare il clima e a lavorare al progetto di ricostruzione della dignità della democrazia  e degli strumenti di rappresentanza».
Infine dichiara: «ho rispetto dei 25.955 tarantini che mi hanno accordato fiducia e per questo con i quattro consiglieri eletti per la coalizione Insieme per Taranto sarò in consiglio comunale a svolgere il mio ruolo con lo spirito di servizio, la costanza, e la salvaguardia dei diritti dei più deboli che da sempre sono il faro del mio impegno professionale e umano».

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Ultime notizie

  • Settembre 21, 2017 Attualità Comunicato stampa

    Zes, tavolo di lavoro in Regione Puglia

     E' stato istituito stamattina presso l'Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia il tavolo di lavoro presieduto dall'assessore Michele Mazzarano, per l'avvio della procedura per presentare le candidature della Puglia al Governo al fine di…
  • Settembre 21, 2017 Primo Piano Redazione

    Centro della cultura per l'infanzia: al via la nuova programmazione

    Riaprono le porte al Centro della Cultura per l’Infanzia e ripartono le attività.

Seguici su

Go to top