Lunedì, 23 Ottobre 2017

    Settimana della mobilitá, M5S: «non sono stati raggiunti i risultati sperati»

    Foto Movimento 5 Stelle Taranto Foto Movimento 5 Stelle Taranto

    Conclusasi la "Settimana europea della mobilità 2017", i Portavoce M5S al Consiglio Comunale di Taranto Francesco Nevoli e Massimo Battista, intervengono per delle riflessioni.

    «Quella che si è conclusa ieri non è la settimana della mobilità che avevamo in mente, quella per cui avevamo chiesto al Comune di Taranto, con una mozione a carattere di urgenza, di aderire», commentano i consiglieri pentastellati.
    «Troppi disagi registrati, traffico in tilt (segno che l’iniziativa non è stata sufficientemente pubblicizzata), troppe multe volate nei confronti dei cittadini. -aggiungono- Benissimo la “Zona 30” su viale Magna Grecia, male però l’idea di fare cassa con gli autovelox».
    A detta di Battista e Nevoli, «sarebbe bastato sensibilizzare gli automobilisti in entrata in città a rispettare il limite di velocità di 30 km/h».
    Chiudere poi al traffico alcune vie del centro «senza organizzare eventi e spettacoli vicino la villa Peripato ha trasformato il quadrilatero pedonale in una terra di nessuno. -riferiscono- Occorreva favorire l’utilizzo dei mezzi pubblici e delle bici, cosa che non è avvenuta. L’obiettivo della “Giornata senza auto” -spiegano i portavoce del M5S-  è proprio quello di liberarci almeno per un giorno dalla schiavitù di questo mezzo, abbandonare per un pò la ricerca di un parcheggio, lo stress delle code infinite. Il futuro è la condivisione, la mobilità pulita e questo percorso di crescita necessario per una città come Taranto, già soffocata dai veleni industriali, deve essere preparato e portato avanti già da oggi».
    Secondo il giudizio dei consiglieri, «tante cose sono da rivedere, per questo siamo sempre disponibili a dare il nostro contributo per far sì che la mobilità sostenibile diventi realtà anche a Taranto, ma così concepita ci sentiamo di dire che la settimana europea della mobilità non ha raggiunto i risultati sperati. Diciamo sì alla mobilità sostenibile, alla sensibilizzazione dei cittadini, al coinvolgimento delle scuole».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

     

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati