Giovedì, 24 Maggio 2018

    Mitilicoltura, Perrini a Emiliano: “Velocizzare l’assegnazione dei fondi”

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio Renato Ingenito

     

    “Dare risposte ai tanti allevatori che chiedono la riconsegna del primo seno del mar Piccolo, accelerando e monitorando lo stato delle bonifiche; velocizzare l’iter burocratico per l’assegnazione dei fondi alle aziende beneficiarie; accelerare l’uscita del nuovo  bando per il 2018”.

    E’ quanto chiede in un’interrogazione rivolta al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e all’assessore alle Attività Produttive, Michele Mazzarano, il consigliere regionale di Direzione Italia Renato Perrini.

    Per rilanciare il comparto della mitilicoltura tarantina, in attesa che i vari fondi stanziati per Taranto diventino operativi, Perrini avanza inoltre “la possibilità di introdurre una speciale ‘tassa’ sulla produzione annua dello stabilimento che consenta  la creazione di un fondo speciale destinato al finanziamento della riqualificazione e riconversione del territorio e che sia direttamente proporzionale alle risorse utilizzate”.

    “La pesca e la mitilicoltura rappresentano il vero motore di sviluppo  della città di Taranto”, incalza ancora il consigliere di Direzione Italia. “Il settore ittico, indotto incluso, fa contare un volume d’affari di 30 milioni di euro all’anno e con 15 mila tonnellate di produzione. Purtroppo però, nel solo mese di agosto 2017, i miticoltori tarantini sono stati ancora una volta messi in ginocchio da temperature record con sovrapproduzione di cozze in uno spazio insufficiente e coltivazioni che vengono spostate da una parte all’altra. Cause che hanno portato alla moria dei mitili nel secondo seno del mar Piccolo di Taranto. Le perdite stimate si attestano tra i 15 ei 20 milioni di euro”.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati