Giovedì, 26 Aprile 2018

    Il Ministro dell’Interno dice sì (con osservazioni) al piano di uscita dal dissesto

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Parere favorevole (con osservazioni). È questo il giudizio che avrebbe incassato il piano di estinzione dei debiti presentato dal Comune di Taranto al ministero dell’Interno. A comunicarlo è lo stesso ente che dichiara: “L’uscita dal dissesto, obiettivo prioritario dell’amministrazione Melucci, comincia a concretizzarsi e prendere forma attraverso l’adozione di atti e pareri normativamente previsti”.

    Determinante il parere della commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali che nella seduta del 20 marzo 2018 si è così espressa all’unanimità dei suoi componenti.

    Ora si attende il provvedimento ministeriale, sulla base del quale sarà predisposto ed approvato il piano di impegno che, nell’arco di tre anni al massimo, stabilirà la definizione delle partite debitorie in sospeso.

    “La differenza tra la massa passiva e la massa attiva risultante dal piano di estinzione ammonta a circa 53 milioni di euro” fanno sapere dal Comune. La stessa somma, al netto della conclusione definitiva di alcuni contenziosi, potrebbe ridursi a 24 milioni di euro se, i contenziosi in essere si risolveranno con sentenze favorevoli al Comune.

    Una sola frase si può leggere nella nota stampa a proposito dei Boc (Buoni ordinari comuali): gli stessi – è scritto – “seguono vicende giudiziarie i cui esiti finanziari saranno gestiti dal bilancio comunale”.

    “I confronti serrati con i dirigenti ministeriali – fanno sapere da palazzo di città”, cercati ed ottenuti dal sindaco e dal direttore generale, hanno consentito una decisa accelerata che ha portato al parere favorevole nei confronti del piano di estinzione”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati