Mercoledì, 17 Ottobre 2018

    Tasi, il Consiglio conferma aliquota aggiuntiva per grandi imprese

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    È stato necessario un emendamento della maggioranza per confermare l'applicazione dell'aliquota Tasi aggiuntiva nei confronti delle grandi imprese del territorio.

    La delibera emendata è passata con 21 voti favorevoli, 4 contrari e 2 astenuti. Tra coloro che si sono espressi in maniera sfavorevole vi è il consigliere di minoranza Giampaolo Vietri, il quale ha rimarcato che l'aggravio di tassazione va a colpire anche le case di cura e gli ospedali privati.

    Compatta la maggioranza che con il capogruppo PD, Gianni Azzaro, ha fatto presente che gran parte del gettito Tasi deriva proprio dai grandi opifici che contribuiscono con 600 mila euro al bilancio comunale su 900 mila euro totali incassati.

    La misura fu introdotta 2 anni or sono e prevede che i grandi opifici siano tenuti a pagare l'aliquota massima dell'Imu (1,6 per mille) cui si somma l'aliquota aggiuntiva massima Tasi pari allo 0,8 per mille.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati