Venerdì, 22 Giugno 2018

    Perrini vuole vederci chiaro sull’operato della Corbelli

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Secondo il consigliere regionale Renato Perrini, di Direzione Italia, ci sono delle questioni che la comunità di Taranto merita di conoscere. Tutte però attengono l’operato del commissario alle bonifiche dell’area di Taranto, Vera Corbelli

    La prima domanda concerne al Cemerad. Perrini vuole sapere se l’intervento nel deposito di fusti radioattivi e non radioattivi si sia concluso. In particolare, il consigliere regionale si chiede e chiede al commissario Corbelli: i fusti radioattivi sono stati totalmente rimossi? L’area è stata bonificata? I cittadini di Statte possono finalmente dormire sonni tranquilli?

    Ma non è solo l’ex Cemerad al centro della richiesta di Perrini di poter ascoltare la dottoressa Corbelli in commissione Ambiente alla Regione. “Veniamo a sapere da sporadiche informazioni stampa dei lavori che riguardano la bonifica del Mar Piccolo – afferma l’esponente di Direzione Italia -. Sporadiche e per nulla soddisfacenti. E comunque non comunicazioni che arrivano dalla struttura commissariale. Pur comprendendo la complessità dell’intervento, è necessario, a mio modesto parere, conoscere nel dettaglio le fasi che vengono avviate, ma soprattutto quelle che vengono portate a termine. Non sono io dover sottolineare come il progetto di bonifica del Mar Piccolo sia particolarmente atteso a Taranto, considerando il valore aggiunto di questo specchio d’acqua”.

    Preamboli a parte, il vero nodo della questione riguarda le consulenze concesse da Corbelli. “In virtù della trasparenza e della collaborazione, più volte manifestate dallo stesso commissario Vera Corbelli, in occasioni pubbliche e istituzionali – prosegue Perrini -, vorrei conoscere quanto è stato speso fino ad oggi in consulenze per portare a termine tutti gli interventi da lei predisposti”.

    Perrini annuncia di aver scritto nuovamente al presidente della commissione regionale Ambiente, chiedendo di ascoltare il commissario straordinario facendo riferimento a queste specifiche richieste, e sembra non avere intenzione di mollare la presa. Evidentemente un semplice accesso agli atti non basta. Il consigliere di opposizione vuole sentire dalla viva voce di Corbelli se siano state richieste delle consulenze e chi le abbia svolte.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati