Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Bilancio: il Gruppo Indipendente chiede un rinvio; duro Vietri (FI)

    Dopo il parere non favorevole del collegio dei revisori dei conti rispetto al bilancio di previsione, si registrano le prime reazioni. Tra le fila della maggioranza esprime preoccupazione il Gruppo Indipendente per Taranto: “Il buon senso di un qualsiasi cittadino non suggerirebbe certo di prestare il proprio assenso ad un documento economico programmatico che non consente di proiettare la comunità, secondo il parere dei revisori, nemmeno di qui alla prossima settimana”.

    “Non si tratta di mancanza di coraggio, ma di senso di responsabilità – aggiungono i componenti del gruppo -, non solo nei riguardi delle famiglie per le nefaste ricadute che ne deriverebbero qualora approvassimo un bilancio programmatico senza l’adeguato parere favorevole dei revisori, ma, in principal modo, nei riguardi dei tarantini che dal loro Consiglio comunale si aspettano tutt’altro. Il Gruppo Indipendente per Taranto è disponibile, come tra l’altro ha sino ad oggi dimostrato, a rimboccarsi le maniche ed a lavorare sodo per poter demolire e ricostruire un documento di programmazione in modo da superare le criticità riscontrate”.

    Per fare questo si chiede ora al presidente dell’assise di rinviare la seduta del Consiglio comunale indetta per domani.

    Dall’opposizione ci va giù duro il capogruppo di Forza Italia, Giampaolo Vietri: “Il parere sfavorevole del collegio dei revisori dei conti al bilancio di previsione evidenzia la superficialità e l’incompetenza con la quale la nuova amministrazione comunale si è approcciata alla gestione dell’ente pubblico. I revisori hanno infatti ritenuto non congrue e inattendibili previsioni di entrata poste in bilancio e mosso rilevi e osservazioni sugli investimenti, sugli obbiettivi di finanza pubblica e sulle previsioni di cassa che non trovano adeguata programmazione e non tengono conto del reale grado di riscossione delle entrate. Tutto ciò mentre l’amministrazione era impegnata a parlare di bilancio partecipato che si è rivelato un tentativo assolutamente carente degli elementi fondamentali per considerare partecipato il bilancio redatto, oggi bocciato dai revisori”.

    “La sonora bocciatura che giunge dai revisori dei conti – aggiunge Vietri - è senz’altro contabile ma è anche una bocciatura politica per la nuova amministrazione comunale di cui, per giunta, l’assessore al bilancio è lo stesso sindaco Melucci”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati