Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Borraccino: “SS Annunziata al collasso, pazienti trasportati a Martina”

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio Renato Ingenito

    “Il 118 sta trasportando i pazienti in codice verde al pronto soccorso dell'ospedale di Martina Franca, anziché di Taranto a causa del sovraffollamento dei reparti del S.S. Annunziata”.

    Sarebbe questa, secondo il consigliere regionale Mino Borraccino, la soluzione informalmente adottata per decongestionare il nosocomio tarantino. Una soluzione che secondo l’esponente di Sinistra Italiana non risolverà i problemi sin qui manifestatisi, anzi acuirà il disagio che vivono i pazienti in valle d’Itria.

    Stando alla ricostruzione del consigliere regionale, “ieri una giovane donna, rimasta ferita in un incidente stradale sul ponte Punta Penna, è stata trasportata all'ospedale di Martina Franca, dove  la gente - in fila anche fuori -attendeva di essere visitata al Pronto Soccorso. La situazione infatti non è gestibile neanche all'ospedale di Martina Franca, ed i pazienti attendono lunghe ore prima di ricevere una diagnosi”.

    Sotto attacco è, con tutta evidenza, il piano di chiusura dei punti di primo intervento varato dalla Giunta regionale. “Ogni giorno – aggiunge Borraccino - veniamo a conoscenza di storie che testimoniano l'aggravarsi della difficoltà di ricevere assistenza sanitaria.  Il personale sanitario è sempre più stressato oltre che a rischio sicurezza,  a causa dell'impossibilità di poter sopperire alla richiesta di assistenza. E, fatto ancor più grave, la situazione  tende sempre più a peggiorare, dato che  Martina Franca e S.S. Annunziata dovranno accogliere  ulteriori presenze dopo la chiusura, prevista tra pochi giorni, dei cinque punti di primo intervento della zona”.

    Ma le critiche arrivano anche dall’interno del PD, partito cui Emiliano appartiene.  Appena ieri, in una nota congiunta Massimiliano Stellato e Luciano De Gregorio, rispettivamente consiglieri comunali di Taranto e Statte, affermavano: “La nostra appartenenza al Partito Democratico non può imprigionare le nostre menti ed i nostri cuori, soprattutto quando si affrontano problemi così delicati come la salute dei nostri cittadini. Abbiamo deciso di dare voce al popolo attraverso una petizione popolare che, partita dal comune capoluogo, sarà presto avviata anche in altri comuni. Infine consegneremo - concludono Stellato e De Gregorio - al presidente della Regione Michele Emiliano ed al direttore generale della ASL di Taranto le migliaia di firme raccolte al fine di tutelare il primario diritto alla salute dei cittadini della provincia jonica”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati