Venerdì, 16 Novembre 2018

    Melucci shock: "Non so neanche se resto nel PD"

    By Marco RUFFO Maggio 05, 2018 457
    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Al consiglio di fabbrica convocato a Palazzo di città, l'intervento più interessante finisce per farlo proprio il padrone di casa. È un Rinaldo Melucci a tutto tondo quello che arringa i lavoratori e i segretari provinciali dei metalmeccanici. Con il piglio del leader politico non risparmia nessuno. E spiazza tutti quando dice: "Non faccio parte di alcuna corrente, non so neanche se resto nel PD".

    Melucci non ci sta ad essere definito come la sponda di Calenda in terra ionica. "Con il ministro abbiamo lavorato per mesi ed è stato un lavoro fatto lontano dai riflettori per il bene del territorio".

    Ai sindacati ha chiesto unità e chiarezza d'intenti, ma soprattutto di riaprire la trattativa che altrimenti si concluderà comunque senza aver ottenuto nulla. Perché secondo il primo cittadino di Taranto, adesso, a volere la vendita della fabbrica è l'Europa. "A metà marzo lo scenario è cambiato. I dazi minacciati da Trump hanno fatto sì che anche i competitor come Tyssen non facessero più ostruzione. L'Europa sta accelerando".

    Ai sindacati chiede inoltre unità e compattezza. Ma soprattutto un piano B. La risposta sarà che non esiste alcun piano B.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati