Giovedì, 15 Novembre 2018

    Battista lascia i 5 Stelle: "Il Movimento ha fallito" In evidenza

    Foto studio R.Ingenito Foto studio R.Ingenito

    Non aver mantenuto la promessa elettorale di chiudere l'Ilva è stato imperdonabile. Massimo Battista, sino a ieri consigliere comunale pentastellato, abbandona il Movimento e si dichiara indipendente. Non lascerà tuttavia la massima assise comunale per rispetto - ha affermato stamattina in conferenza stampa - degli oltre mille elettori che in occasione delle ultime comunali hanno scritto il suo nome sulla scheda.

    È un fiume in piena Battista e non risparmia critiche a nessuno: "Ha vinto la Lega - dice. Hanno vinto i 5 Stelle del nord e Taranto è stata sacrificata ancora una volta sull'altare degli interessi nazionali. Ora l'acciaio che produrremo servirà per costruire il ponte di Genova" . "Ma quanti ponti servirebbero per ricordare le vittime di Taranto?", si chiede.

    Poi svela i retroscena degli ultimi mesi. "Non siamo stati convocati o ascoltati se non in tre circostanze. Anche i parlamentari non sono stati coinvolti".

    "Poi sabato sono stato contattato da Laricchia - aggiunge Battista. Mi chiedeva di partecipare domenica a Bari ad un incontro con Di Maio che era in città per la Fiera del Levante, ma era troppo tardi. Gli incontri dovevano essere fatti prima".

    A questo vertice avrebbero partecipato alcuni portavoce locali. E a chi gli chiede se il capogruppo 5 Stelle in Consiglio, Francesco Nevoli, farà lo stesso e lascerà il Movimento dice: "Chiedetelo a lui". Tuttavia, in un'altra risposta, afferma: "Questo Movimento ha dato lavoro a tanti che prima non lo avevano. E chi lo aveva forse è stato logorato dal potere. Chissà...".

    In vena di autocritica poi ammette: "Ho mandato giù il rospo dell'alleanza con un partito xenofobo come la Lega per puntare tutto sulla chiusura dell'Ilva. Mi sono giocato questa finale di Champions, ma ho perso".

    Sul referendum che si svolgerà in fabbrica, Massimo Battista conclude la sua conferenza e dà le sue percentuali sul risultato finale: 93% per il sì, 2% di astenuti e 5% di contrari.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati