Domenica, 18 Novembre 2018

    Lavori affidati in via diretta: approvato il regolamento

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Il Comune di Taranto, tra i primi in Italia, si è dotato di un regolamento per gli affidamenti diretti. Lo ha fatto questa mattina, votando un corposo documento che recepisce le indicazioni dell'Autorità nazionale anticorruzione e promette di correggere alcune storture legate al sistema degli affidamenti.

    Un lavoro bipartisan che ha beneficiato del contributo del segretario generale del Comune che ne ha redatto la bozza poi modificata dalla commissione Garanzia e Controllo.

    Come è noto, le amministrazioni pubbliche, per lavori urgenti o di modesta entità, possono evitare di bandire una gara d'appalto e affidare i lavori attraverso il meccanismo della chiamata diretta.

    Tuttavia, la ricognizione effettuata dai membri della commissione ha evidenziato che le direzioni comunali non seguivano una procedura uniforme negli affidamenti diretti. Per cui il primo obiettivo del regolamento è quello di armonizzare la metodologia da adottare.

    All'articolo 5 viene previsto che l'indagine di mercato viene svolta attraverso la pubblicazione sul profilo del committente nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito istituzionale dell'ente per un periodo di 15 giorni o superiore in ragione della rilevanza del contratto.

    Il regolamento prevede cinque scaglioni per gli affidamenti sotto soglia:
    - sotto i mille euro, il soggetto affidatario non può essere destinatario di un nuovo affidamento che rientra nel medesimo scaglione per un periodo pari a 6 mesi;
    - per gli affidamenti tra i 1000 e i 5000 il periodo sale a 12 mesi;
    - per gli affidamenti tra i 5000 e i 10000, i mesi sono 16;
    - per gli affidamenti tra i 10000 e i 20000, i mesi sono 18;
    - per gli affidamenti tra i 20000 e i 40000, i mesi sono 24.

    Viene quindi potenziato il principio di rotazione per il quale i lavori sotto soglia non devono essere affidati sempre agli stessi soggetti o alle stesse aziende.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati