Martedì, 26 Marzo 2019

    Visita del ministro Bonisoli a Taranto tra il museo e la città vecchia

    Il ministro per i Beni e le Attività culturali, Alberto Bonisoli, in visita a Taranto? Sì, ma non si è trattato di una visita istituzionale. Per questo in pochi sapevano della sua presenza e della sua intenzione di visitare alcuni luoghi-simbolo della città.

    A darne notizia è stata l'onorevole Rosalba De Giorgi cui Bonisoli si è affidato per farsi guidare attraverso la città vecchia, ma non solo. Il tour ha avuto inizio al Marta. "L'incontro è avvenuto poco dopo le 14 - racconta De Giorgi - , proprio in quel museo che, custode di tanti tesori ha però bisogno, come ha sottolineato la direttrice della struttura Eva Degl'Innocenti, di maggior personale per consentire una fruizione completa ad un'utenza sempre più numerosa e variegata, soprattutto in vista di quelle che saranno le prossime vacanze pasquali".

    "Esigenza - ribadisce la portavoce pentastellata - che ho evidenziato in un'interrogazione che ho indirizzato al ministro lo scorso gennaio e che a breve avrà una risposta, come lui stesso mi ha assicurato".

    Dopo aver visitato il castello aragonese, percorso via Duomo ed i suoi vicoli, dopo aver ammirato la chiesa di San Cataldo, il ministro - accompagnato dalla consorte - ha fatto sosta presso uno dei tanti locali presenti nella città vecchia per prendere un caffè.

    "Grazie alle sue bellezze, il ministro - riferisce in conclusione la parlamentare tarantina - ha confermato che Taranto ha tutte le carte in regola per diventare un grande centro di attrazione turistica partendo dal museo, valorizzando il centro storico e dotandola di una rete di trasporti degna di questo nome. Certo, non sarà semplice ottenere tutto subito, ma l'importante è cominciare. L'importante è sapere che Taranto c'è, esiste e viene considerata".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati