Venerdì, 24 Maggio 2019

    Rischio inagibilità tribunale: l’onorevole De Giorgi presenta interrogazione In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Un’interrogazione a risposta orale è stata presentata dall’onorevole tarantina Rosalba De Giorgi al ministro della Giustizia, al fine di chiedere quali sono le iniziative ministeriali che saranno assunte per scongiurare l’inagibilità del tribunale di Taranto e per risolvere la grave carenza di personale che affligge da tempo gli uffici giudiziari.

    Nella sua interrogazione, la De Giorgi illustra le principali problematiche: “Sono anni che nella città ionica il Tribunale è ad un passo dalla sua “chiusura”, eventualità finora scongiurata grazie a misure-tampone. Che adesso non possono più bastare. Questa struttura versa in condizioni critiche: infiltrazioni di acqua nelle giornate di pioggia, impianti elettrici e di riscaldamento che necessitano di un totale rifacimento e, come se non bastasse, presenza di amianto. Si tratta di circostanze che potrebbero portare fra non molto alla dichiarazione di inagibilità di questa sede con tutte le conseguenze che tale provvedimento andrebbe a comportare”.

    Un altro problema sui cui pone l’attenzione la parlamentare ionica riguarda la mancanza di personale: “Si è appreso che il Ministero a cui ci si rivolge ha già comunicato di recente ai presidenti della Corte d'Appello di Lecce e della Sezione distaccata di Taranto che, con l'obiettivo di risolvere la questione in via definitiva saranno autorizzate tutte le opere strutturali ed elettriche necessarie per la regolare fruizione della sede del Tribunale che, va ricordato, ospita anche gli uffici della Procura; in attesa della realizzazione di tali interventi, già richiesti nel 2015 dalle Autorità preposte, si deve segnalare – continua Rosalba De Giorgi - anche la grave carenza di personale amministrativo che affligge tutti gli altri uffici giudiziari della città di Taranto, nello specifico: la Sezione distaccata della Corte d'Appello (la cui scopertura risulta pari al 15%, anche se in realtà è maggiore se si considerano i lavoratori che godono del permesso concesso in base alla legge n.104/1992 e le unità sottoposte a terapie salvavita); il Tribunale ordinario (la cui scopertura risulta pari al 28,3%), il Tribunale di Sorveglianza (la cui scopertura risulta pari al 29,41%), il Tribunale per i Minorenni (la cui scopertura risulta pari al 26,31%), l'Ufficio NEP (la cui scopertura risulta pari al 54,54%)”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati