Venerdì, 25 Settembre 2020

    Vietri: “Da febbraio inattivo lo sportello comunale della lingua dei segni” In evidenza

    “Diversi cittadini sordi residenti nel comune di Taranto stanno lamentando l’impossibilità di poter accedere ai servizi comunali in quanto, dal mese di febbraio scorso, non sarebbe più garantita la presenza di interpreti della lingua dei segni presso gli uffici del civico ente”: a denunciare il disservizio è il consigliere provinciale e comunale di Fratelli d’Italia, Giampaolo Vietri.

    Sono circa 500 le persone con disabilità uditiva interessate dal problema: “Si pensi che nel nostro territorio risiedono quasi 500 persone sorde, pertanto la presenza di interpreti della lingua dei segni presso gli uffici della pubblica amministrazione è di fondamentale importanza – prosegue Vietri - per abbattere le barriere comunicative che impediscono alle persone sorde di esercitare compiutamente i diritti di cittadinanza”.

    Vietri ha presentato un’interrogazione consiliare per avere chiarimenti sulla vicenda: “Ho pertanto chiesto, attraverso una interrogazione consiliare, un diretto intervento del sindaco per conoscere le ragioni tecnico-amministrative per le quali tale servizio sarebbe inattivo da mesi. Lo sportello della lingua dei segni, servizio che si attiva su necessità delle persone sorde per il disbrigo di pratiche personali, è un intervento previsto nella programmazione comunale dei servizi sociali piano di zona 2018-2020 che recepisce quanto previsto dalla legge 104/92. Per tali ragioni ho investito della questione il sindaco in prima persona – conclude il consigliere comunale e provinciale tarantino - affinché sia immediatamente riattivato lo sportello comunale della lingua dei segni a beneficio dei nostri concittadini sordi”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati