Giovedì, 23 Novembre 2017

    Consiglio comunale: approvato riequilibrio e assestamento di bilancio

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Si é riunito, venerdí 8 settembre, il Consiglio comunale di Taranto. Ad apertura di seduta, é stato osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Carmine Bitetti, padre del consigliere Piero Bitetti.

    Ricuciti i rapporti tra Melucci e il gruppo consiliare del Pd, la maggioranza torna in aula compatta. Assente peró il Sindaco. Il consiglio comunale ha approvato la salvaguardia degli equilibri e l'assestamento del bilancio per l'esercizio 2017 con 13 voti a favore, 7 contrari (Marco Nilo, Francesco Nevoli, Massimo Battista, Vincenzo Fornaro, Tony Cannone, Stefania Baldassari e Giampaolo Vietri) e 3 astenuti tra i banchi della maggioranza (Cataldo Fuggetti, Mario Pulpo e Federica Simili).
    Approvati anche una serie di atti di indirizzo, proposti al riequilibrio di bilancio, a favore delle fasce piú deboli della popolazione (minori, disabili, anziani, famiglie in condizioni di disagio economico). Verranno destinati ai Servizi sociali, complessivamente 6,5 milioni di euro. Centrale a tal proposito, la discussione sull'emendamento giá presentato nella seduta dello scorso 30 agosto dal consigliere Gianni Azzaro (che aveva incassato parere tecnico sfavorevole), ora trasformato in atto di indirizzo, per assicurare il rifinanziamento del progetto ludico-educativo rivolto ai bambini ricoverati in ospedale.
    Una proposta che aveva provocato una dura reazione da parte del Sindaco nei confronti dello stesso Azzaro, il quale riteneva più importante “donare un sorriso ai bambini del reparto pediatria di Taranto”, che “spendere 120 mila euro all'anno per l'assunzione del direttore generale dell'ente”, come è invece nelle intenzioni di Melucci.
    Polemica peró risolta nei giorni scorsi tanto che questa mattina l'atto di indirizzo é stato approvato in consiglio comunale con 20 voti a favore e 5 astenuti (Emidio Albani, Francesco Nevoli, Massimo Battista, Vincenzo Fornaro e Gina Lupo). Si utilizzeranno i fondi rinvenienti dalla legge 285/1997 per un importo complessivo di 260mila euro per la prosecuzione del servizio "Interventi ludico ricreativi a favore del bambino malato". Il servizio dovrà svolgersi nel pieno rispetto dei principi di trasparenza, prevedendo dunque una gara ad evidenza pubblica e la partecipazione di tutte le realtà associative abilitate allo svolgimento del servizio. Il consiglio comunale, considerato inoltre che il servizio si svolge negli ospedali tarantini, impegna l'amministrazione a sollecitare la Regione Puglia e la Asl per il potenziamento, consolidamento e cofinanziamento dell'intervento.
    Approvati anche degli emendamenti al riequilibrio, per la manutenzione delle strade comunali (stanziati 140mila euro), delle scuole (275mila euro), dell'impiantistica sportiva (55mila euro). Previsto anche lo stanziamento di 200mila euro per l'avvio della progettazione del Piano Urbanistico Generale e di 181mila euro per il recupero del Campo Scuola e della Biblioteca Comunale.

    IL COMMENTO DELL'OPPOSIZIONE: "Dopo l’evidente strappo consumatosi la scorsa settimana tra il sindaco e parte della sua maggioranza,  avevamo immaginato un consiglio comunale nel cui esordio si porgessero delle scuse ai cittadini ed, invece, ancora una volta assistiamo ad una farsa nella quale il sindaco risponde “assente” alla convocazione del consiglio comunale consapevole di doversi ritrovare dinnanzi alla deflagrazione della sua maggioranza che avrebbe dovuto sostenerlo. - E' quanto si legge in una nota a firma del Gruppo Consiliare Forza Italia (Giampaolo Vietri, Cosimo Ciraci), del Gruppo Consiliare Lista Baldassari(Stefania Baldassari, Marco Nilo) e Taranto nel cuore (Tony Cannone)- Nonostante il Partito Democratico abbia evidenziato nei giorni scorsi il pieno sostegno al governo cittadino, in realtà tre consiglieri PD presenti si astengono dall’approvare il bilancio mentre altri due consiglieri del medesimo partito sono risultati assenti alla seduta. Ancora una volta si antepongono interessi personali, di segreterie e di partito al bene della città in quanto tali atteggiamenti sono esattamente all’opposto dei comportamenti che andrebbero assunti per il raggiungimento del bene comune. Prendiamo atto - continua l'opposizione- che coloro che hanno ricevuto mandato di amministrare non intendono assumerlo, in quanto non dimostrano di possedere la maturità per governare la città; crediamo, dunque, che la discussione sulla crisi politica al comune di Taranto debba tenersi nella prossima seduta del consiglio comunale per rispetto del cittadino elettore e contribuente. La città merita rispetto e non ha più tempo per aspettare, neanche un minuto; per raggiungere risultati utili per la comunità servono senso di responsabilità, rispetto, lealtà, qualità queste che, evidentemente, non appartengono all’attuale maggioranza del governo cittadino".   

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati