Sabato, 18 Novembre 2017

    Consiglio: Amat e Agenzia delle entrate al centro. In aula la protesta dei lavoratori Pasquinelli

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Si é riunito nella mattinata di giovedí 28 settembre, il consiglio comunale di Taranto. Ad eccezione dell'assessore Massimiliano Motolese, la giunta, ad apertura dei lavori (con un'ora e mezza di ritardo) era assente.

    In aula, hanno manifestato pacificamente i lavoratori dell'impianto Pasquinelli. Tra due giorni, dopo una proroga del contratto di un mese, 23 operai saranno licenziati. «Dopo 5 anni di duro lavoro, pretendiamo continuitá e sicurezza lavorativa», si legge sui manifesti esposti nel corso della seduta. «Vogliamo certezza per il nostro futuro», dice qualcuno, mentre il Presidente del Consiglio Comunale Lucio Lonoce invita a far silenzio. «Questa é democrazia, non potete toglierci la parola. - ribattono i lavoratori- Non ce ne frega niente delle vostre chiacchiere. Parliamo della nostra emergenza, da lunedí noi stiamo a casa. Pretendiamo rispetto. Il comune si deve assumere la responsabilitá di risolvere i nostri problemi».

    Intanto, nel corso della seduta é stata approvata (23 voti a favore e 3 contrari) la relazione sull'affidamento del servizio di trasporto pubblico locale con autolinee e con motonavi, in regime di in house providing, in favore di Amat S.p.A. per i prossimi nove anni, dal 30 settembre 2017 al 29 settembre 2026, con la previsione della facoltá per l'amministrazione comunale di revocare l'affidamento in via anticipata, in qualsiasi momento, con un preavviso di 6 mesi.
    Hanno votato contro, Francesco Nevoli e Massimo Battista (Movimento 5 Stelle) e Vincenzo Fornaro (Taranto Respira). «Siamo favorevoli che il servizio pubblico venga gestito con l'in house providing ma non condividiamo i contenuti della relazione -precisa Nevoli- Nel documento a firma del legale dell'Amat, si parla ad esempio di un ricapitalizzazione da parte del comune che dovrebbe rinunciare a crediti di anni pregressi. Vogliamo che si verifichino queste situazioni».

    Approvata anche la delibera di affidamento della riscossione delle entrate tributarie e patrimoniali dell’Ente all’Agenzia delle Entrate spa, a seguito dello scioglimento della società del gruppo Equitalia, che consentirà al Comune di Taranto di recuperare coattivamente numerosi crediti per un ingente valore.
    Hanno abbandonato l'aula, perché contrari alla proposta, i consiglieri Nevoli, Battista e Fornaro.
    «L'Agenzia delle Entrate ha dei poteri ispettivi che Equitalia non aveva, a tutto scapito della umanizzazione del rapporto tra l'ente civico e il cittadino.- spiega il M5S- Sappiamo che dietro una cartella esattoriale si nascondono dei drammi sociali e il comune deve tenerne conto nell'esigere il pagamento delle imposte. Crediamo si debba essere in linea con quanto avviene in altri comuni a cinque stelle. Livorno ad esempio, dove è in uso una piattaforma che consente di verificare l'effettiva capacità economica  del contribuente, valutando caso per caso. Mentre in altre città è in uso il baratto amministrativo, un'idea da tenere in considerazione per il futuro». 

    Il Consiglio comunale, nell’odierna seduta ha approvato anche la modifica all’art. 14 comma 9 del regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale, che consentirà ai consiglieri di riunirsi in commissione anche lo stesso giorno della seduta del Consiglio comunale, percependo però un solo gettone di presenza e con ciò comportando anche un risparmio per l’Ente e una maggiore efficienza del funzionamento dell’organo consiliare e delle sue articolazioni.

    IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
    «I nostri consiglieri comunali mostrano particolare senso di responsabilità di decidere e di agire nonché impegno politico, chiamati ad affrontare le questioni e le ragioni che riguardano la nostra città e la nostra comunità». Esprime apprezzamento il Presidente del Consiglio comunale, Lucio Lonoce, per il lavoro assiduo e costante che stanno svolgendo i componenti della massima assise comunale. «Al fine di rendere più efficiente e più veloce il lavoro del Consiglio di cui sono articolazione, le commissioni sono convocate anche in sedute straordinarie per esaminare ed analizzare le numerosissime proposte di deliberazione provenienti dalle Direzioni e dagli Assessorati dell’Ente. Le commissioni sono di fondamentale importanza per il funzionamento della macchina amministrativa e il ruolo è determinate, pragmatico e consultivo. I consiglieri comunali partecipano attivamente non meno degli assessori e dei dirigenti chiamati a intervenire per chiarimenti o spiegazioni su questioni di loro competenza. A loro vanno i miei ringraziamenti per il sostegno e l’attenzione allo svolgimento dei lavori delle commissioni». Poi aggiunge: «stiamo portando avanti un lavoro continuo e costante affinché questa Amministrazione mantenga l’impegno nell’attuazione del programma prefissato e affronti con celerità le questioni e le problematiche riguardanti la collettività».

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati