Mercoledì, 12 Dicembre 2018

    Il Comune di Taranto acquisisce i diritti su numerosi immobili demaniali In evidenza

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Nel pomeriggio di ieri a Palazzo di Città è stato formalizzato il passaggio definitivo degli immobili attraverso una procedura del federalismo demaniale. Il Comune è entrato da ieri in pieno possesso dei beni.

    A sottoscrivere l’atto formale è stato il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ed il Direttore Regionale Puglia e Basilicata dell’Agenzia del Demanio, Vincenzo Capobianco.

    Per rendere più agevole la comprensione di quanto trasferito al Comune, elencheremo ora sinteticamente gli immobili in questione:

     

    • 35 appartamenti in via Cesare Battisti
    • 1 appartamento in via Abruzzo
    • 1 immobile commerciale (oggi un ristorante) alla discesa Vasto nel borgo antico
    • 1 struttura turistica in località San Vito
    • L’ex carcere militare di via Pupino (oggi comunità di recupero)
    • L’ex batteria militare “Galeso”
    • Vari tratti di strada e marciapiedi annessi

     

    Va sottolineato che il passaggio di ieri pomeriggio è solo una piccola parte di quanto richiesto formalmente dal Comune di Taranto all’Agenzia del Demanio (si pensi ad esempio all’immobile ex convento dei Celestini nel Borgo Antico, ancora in fase di trasizione).

    A presenziare alla sottoscrizione vi erano anche l’Assessore al Patrimonio, Francesca Viggiano, il Dirigente della Direzione Patrimonio, Michele Matichecchia, il responsabile della Direzione del Patrimonio, Maria Mazza e il responsabile dell’Agenzia del Demanio con competenza su Taranto, Luisa Scarpa.

    Durante l’incontro, il Comune ha tenuto a precisare che non è sua intenzione stravolgere le attività già avviate in alcuni degli immobili ora in suo possesso, mentre per quelli ora inutilizzati intende trasferirli a famiglie bisognose od ad attività socio culturali.

    Si è inoltre appreso che il passaggio degli immobili è avvenuto a titolo gratuito, e che adesso il Comune potrà disporne come meglio crede, anche venderli se lo ritiene più opportuno.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati