Mercoledì, 12 Dicembre 2018

    Aggredito il candidato tarantino di Casa Pound

    Aggredito a suon di minacce e bastonate. E’ quanto subito, ieri sera, dal candidato tarantino alla Camera dei Deputati di Casa Pound (formazione di estrema destra) Raffaele De Cataldis.

    A quanto si è appreso il candidato, che si trovava in via Dante assieme ad un amico di 70 anni, sarebbe ad un certo momento stato avvicinato da quattro uomini incappucciati armati di bastoni.

    Dalle parole si sarebbe poi immediatamente passati ai fatti, con De Cataldis finito in ospedale con una prognosi di 12 giorni. Anche il suo amico, simpatizzante di Casa Pound, è stato trasportato in ospedale per accertamenti.

    Sull’episodio è intervenuto anche il segretario nazionale di Casa Pound Simone Di Stefano, il quale ha dichiarato come: “Anche l’ultimo giorno di campagna elettorale è stato macchiato da una aggressione antifascista. Attacchi vigliacchi che non risparmiano nemmeno gli anziani, e che sono il frutto di una politica vuota ed insulsa. Una politica che punta a spaventare i cittadini con il pericolo del fascismo, invece che concentrarsi sui programmi per lo sviluppo del paese. Aspettiamo dai vari Grasso e Boldrini una ferrea condanna per quanto capitato al nostro candidato, perché al di la dell’atto criminoso in se si è cercato di limitare la libertà di parola, garantita dalla nostra Costituzione” 

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati