Giovedì, 26 Aprile 2018

    Comune, Melucci lascia Emiliano. Si rimescolano le carte In evidenza

    By Marco RUFFO Marzo 08, 2018 1005
    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio Renato Ingenito

    La notizia ha avuto l’eco che solo una bomba può produrre: il sindaco Melucci abbandona la corrente Fronte Dem di Michele Emiliano ed inizia un nuovo percorso all’interno del Partito Democratico. Lo scoop è del Nuovo Quotidiano di Puglia che questa mattina riporta un’intervista al primo cittadino di Taranto a firma di Michele Montemurro.

    Le riposte date al cronista sono tutt’altro che esitanti o vaghe. Melucci non parla in politichese e fa capire che l’idillio con il governatore è concluso. D’ora in poi faranno parte dello stesso partito, ma nulla di più.

    La franchezza delle affermazioni del sindaco di Taranto lascia quasi ipotizzare che la strategia politica adottata a pochi giorni dal voto sia frutto di un lungo ragionamento politico. Verrebbe da pensare che durante questo intenso mese di campagna elettorale, Melucci abbia riflettuto sullo scenario post voto in maniera attenta, scegliendo la strada del silenzio proprio per non essere associato alle vicende elettorali.

    Non un comunicato, non una presa di posizione, non un tweet (a proposito: il suo profilo sembra essere disattivo). Ed infine la notizia di oggi, ovvero la scelta di un percorso politico che vada al là delle correnti.

    Inutile dire che le ripercussioni, all’interno del PD, non saranno cosa di poco conto. Se, da una parte, tutti i fedelissimi del sindaco presenti in Consiglio lo seguiranno in questa nuova stagione, la stessa cosa non può dirsi degli esponenti di Fronte Dem radicati in provincia.

    Alla base di questa scelta c’è la necessità di rinsaldare la maggioranza di governo a palazzo di città, stemperando l’aspra conflittualità sinora mantenuta con la corrente renziana e quindi con il segretario Giampiero Mancarelli. Voci di palazzo fanno sapere, a questo proposito, che sarebbe pronto anche un mini rimpasto di Giunta per permettere ad un uomo della corrente renziana di farvi ingresso. In totale sarebbero due i nuovi assessori pronti a presentarsi alla città.

    Non una rivoluzione insomma, anche se alcuni dubbi permangono. Che farà, alla luce delle dichiarazioni di Melucci, il vice sindaco Rocco De Franchi da sempre uomo vicino ad Emiliano? Il primo cittadino ha dichiarato di non temere per la tenuta del rapporto, ma sarà proprio così?

    Intanto anche in Consiglio si annuncia qualche sostituzione. La consigliera Patrizia Mignolo dovrebbe abbandonare i banchi dell’assise cittadina in quanto incompatibile con tale ruolo istituzionale, essendo stata eletta ai vertici dell’organizzazione sindacale Confsal. Mentre diversi rumor danno la consigliera De Gennaro in rotta con il neonato gruppo Indipendenti per Taranto, pronta a transitare tra le fila di una formazione di centro-destra. Inoltre da più parti viene chiesto l’azzeramento dei vertici delle commissioni consiliari in virtù della nuova geografica politica che si è venuta a determinare in aula dopo le elezioni. Nelle prossime ore ne capiremo sicuramente di più.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati