Mercoledì, 12 Dicembre 2018

    Ilva, PD all’attacco dei 5 stelle: “Noi proviamo a far arrivare 3,5 miliardi” In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Se qualcuno si fosse convinto che il prossimo Governo possa vedere insieme il Movimento 5 Stelle ed il Partito Democratico, dovrà leggere con attenzione quanto sta accadendo in queste ore a Taranto. Città simbolo delle divergenze di vedute tra le due formazioni politiche.

    Intervistato da Radio Rai, nell’ambito di una trasmissione a più voci in cui si cercava di comprendere il perché del voto operaio nei confronti del Movimento 5 Stelle, il consigliere comunale pentastellato Francesco Nevoli ha ribadito ancora una volta la propria ricetta per Taranto: “riconversione economica e abbandono dell’asset strategico dell’acciaio in Italia”.

    Dichiarazioni cui, nelle ultime ore, replica il segretario provinciale dei Democratici, Giampiero Mancarelli: “Quando formeranno un governo potranno chiudere l'Ilva, trovare i soldi per bonificarla, e magari trasformare 20.000 operai in professori universitari dell’Università del turismo come dichiarato da Di Maio”.

    È forse per questa inconciliabilità delle rispettive visoni che Melucci ha scaricato Emiliano reo di volere un accordo di governo coi 5 Stelle?Non è da escludersi.

    Sino a quando non verrà formato un nuovo Governo, tuttavia, il pallino resterà in mano alla squadra guidata da Gentiloni e la partita verrà gestita ancora dal ministro Calenda. A questo proposito Mancarelli fa sapere: “Finché è ancora lui responsabile della trattativa proveremo con tutto il Partito Democratico a far arrivare i 3,5 miliardi di investimenti ambientali e produttivi previsti per ammodernare l'impianto ed impedire qualsiasi esubero. Taranto non può aspettare”.

    Quanto peserà questa vicenda nelle future trattative romane? Difficile dirlo, ma sembra una pietra d’inciampo piuttosto voluminosa per essere saltata a piè pari. Non ci sono, del resto, formazioni politiche a destra che vogliano la chiusura della fabbrica. Per cui, è lecito ipotizzare che, su questo terreno, qualsivoglia accordo di governo possa naufragare.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati