Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Ilva, sindacati: “No a voci che dividono. Sì a occupazione e ambiente” In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Tornano a chiedere piena occupazione e misure a salvaguardia dell’ambiente. Le sigle sindacali dei metalmeccanici, in un comunicato congiunto, si rivolgono ancora una volta a Mittal e, allo stesso tempo, sgombrano il campo da voci che ritengono “destabilizzanti”.

    “In queste ore – stigmatizzano i sindacati -, all’interno dello stabilimento siderurgico, circolano notizie relative alla volontà da parte di Am Investco di subentrare nella gestione Ilva, a far data dal 1 Luglio 2018, anche in assenza di un accordo sindacale. Nello specifico circolano voci insistenti per le quali a breve Am Investco dovrebbe dare avvio ad una proposta di assunzione, alle dipendenze dirette della stessa società, attraverso l’invio di un numero imprecisato di lettere”.
    Fim, Fiom, Uilm e Usb ritengono che tale chiacchiericcio, fatto circolare insistentemente in queste ore, “sia esclusivamente un modo per disorientare e provare a dividere i lavoratori”. “È pertanto opportuno ribadire – scrivono in una nota -, qualora le voci fossero confermate, che in assenza di un accordo sindacale metteremo in campo ogni forma di lotta”.
    Le rappresentanze dei lavoratori si dicono disponibili a proseguire la trattativa, ma le condizioni sono le stesse di sempre, ovvero: “Nessun licenziamento e la riconferma di tutti diritti acquisiti, in termini normativi e salariali; un piano ambientale migliorato con il quale riaffermare il sacrosanto diritto alla salute di tutti”.
    Con la formazione del nuovo Governo, anche la vicenda Ilva dovrebbe presto trovare una nuova centralità. Si tratta del primo vero banco di prova dell’esecutivo nascente. Spetterà quindi al ministro Di Maio riprendere il dossier tra le mani e verificare le possibili vie d’uscita

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati