Mercoledì, 20 Giugno 2018

    Sanità, il Comune è sul piede di guerra In evidenza

    La resa dei conti potrebbe avvenire il 22 giugno a Bari quando ci sarà un confronto tra i sindaci ionici e il governatore Emiliano in materia sanitaria e quindi sul piano di riordino ospedaliero.

    Ma il clima è rovente sin da ora. Già nelle scorse settimane, i sindaci del tarantino avevano richiamato Emiliano ad una maggiore concertazione, chiedendogli di essere presente alla Conferenza dei primi cittadini.

    È di oggi invece la notizia che il Comune di Taranto “ha stabilito di intraprendere azione ad adiuvandum del ricorso già presentato dal Comune di Grottaglie contro la chiusura del presidio del San Marco”. 

    E visto che lo scontro è a tutto campo ora Melucci, in qualità di Presidente della Conferenza degli amministratori locali, “ha trasmesso formale richiesta al direttore Rossi (direttore della Asl di Tarnato, ndr) per una relazione dettagliata sullo stato di applicazione del piano di riordino ospedaliero pugliese”. Come se non bastasse aggiunge di volersi riservare “verifiche istituzionali sul percorso del piano di rientro e riqualificazione del sistema sanitario regionale”, ovvero delle verifiche condotte autonomamente.  

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati