Giovedì, 13 Dicembre 2018

    Turisti russi a Taranto? Presto potrebbe essere realtà In evidenza

    Prove tecniche di intesa con i tour operator russi. È quanto si sta provando a realizzare a Taranto.

    Durante i giorni scorsi, infatti, sono stati avviati contatti con il Molo Sant’Eligio e con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio per verificare la capacità del porto tarantino di diventare la base operativa nel Mediterraneo di una compagnia di crociera russa, con navi di almeno 2.000 passeggeri.

    Il tutto è maturato durante la visita in riva ai due mari di Svetlana Sinjavskaja che, con la sua rivista “Living Italy”, si occupa soprattutto di promuovere interscambi culturali ed economici tra il nostro Paese e la Federazione Russa.

    In questi giorni Svetlana Sinjavskaja ha così visitato siti turistici, strutture ricettive, spiagge e ristoranti del tarantino; bellezze naturalistiche e storiche che hanno “ammaliato” la corrispondente russa.

    Svetlana Sinjavskaja è stata ospite del Molo Sant’Eligio e del Consorzio Mari di Taranto, in particolare del presidente Antonio Melpignano. In Puglia ha incontrato a Bari il Sindaco di Bari e Presidente ANCI Italia, Antonio Decaro, nonché Francesco Muciaccia di Puglia Promozione. A Taranto, Svetlana Sinjavskaja ha poi incontrato Sergio Prete, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, e Luigi Sportelli, presidente della Camera di Commercio di Taranto. Nelle visite istituzionali siamo stati accompagnati da Gianni Azzaro, consigliere comunale e consigliere nazionale ANCI.

    Ma torniamo alla notizia principale. Come si pensa di far arrivare i turisti in città? In un primo momento con voli charter che arriverebbero direttamente dalla Russia; poi  i vacanzieri si imbarcherebbero a Taranto da dove partirebbe la loro crociera nel Mediterraneo. In tal senso “Living Italy” di Svetlana Sinjavskaja e Rofimi Group hanno già una collaborazione con PAC Group, uno dei più importanti tour operator russi.

    Svetlana Sinjavskaja ­ha annunciato che «queste crociere saranno destinate prevalentemente a una utenza di fascia medio-alta con un elevato livello culturale, molto attenta alla qualità della vita e affascinata dall’Italian style, un turista curioso che vuole conoscere e vivere il territorio; ma, in relazione alle infrastrutture e ai servizi che ho avuto modo di apprezzare in questi giorni, posso affermare che qui possono essere ospitati anche i cosiddetti VIP, una clientela ancora più esigente». 

    Una splendida occasione per una città che intende valorizzare le proprie potenzialità turistiche e che ora deve essere in grado di sfruttare in nuovi collegamenti aerei da e per la Russia.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati