Giovedì, 16 Agosto 2018

    Tre locali del borgo rubavano energia elettrica, danni per 120 mila euro In evidenza

    Tre locali del borgo rubavano energia elettrica, danni per 120 mila euroC’erano una volta un panificio, una pizzeria e un autolavaggio. No, non si tratta di una barzelletta, ma dei tre locali commerciali del “Borgo” di Taranto che non pagavano le bollette Enel in quanto, all’interno degli stessi, era stato realizzato un allaccio abusivo all’impianto elettrico pubblico nonché la manomissione dei contatori.

    Durante gli accertamenti svolti dai Carabinieri, infatti, è stato appurato che i titolari degli esercizi commerciali in questione, tramite l’apposizione di un magnete hanno usufruito fraudolentemente di energia elettrica dichiarando mediamente il 95 % in meno dei consumi e causando, alla società erogatrice, un danno complessivo, nell’ultimo quinquennio, pari a circa 120 mila euro.

    I tre indagati sono stati denunciato in stato di libertà alla procura della Repubblica tarantina, per furto aggravato continuato. Si tratta di persone originarie di Taranto e residenti nel capoluogo ionico.

    L’incremento dei servizi di controllo finalizzati a prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio – fanno sapere dall’Arma -, ha permesso di appurare come siano sempre più frequenti i furti di energia elettrica. Numerosi sono gli accertamenti effettuati dai Carabinieri della compagnia di Taranto negli ultimi mesi, con l’ausilio di personale Enel, con i quali si stanno eseguendo verifiche finalizzate a riscontrare il corretto funzionamento dei contatori dell’energia elettrica nonché ad accertare eventuali manomissioni degli apparecchi presenti presso esercizi pubblici, commerciali ed abitazioni private.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati