Mercoledì, 17 Ottobre 2018

    Servizio 118, Fp Cgil chiede la stabilizzazione degli operatori In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Un gruppo di lavoro – costituito da lavoratori e volontari - che porti alla luce proposte concrete e non demagogiche, da avanzare alla Regione Puglia per garantire stabilità lavorativa, occupazionale e salariale dei lavoratori del “servizio 118”.

     

    È il percorso avviato dalla Fp Cgil di Taranto a seguito della approvazione del disegno di legge AREU sul sistema dell’emergenza/urgenza in Puglia. Le prime assemblee si sono svolte in un clima costruttivo, facendo emergere tra le priorità il tema della “stabilizzazione” dei rapporti di lavoro del personale delle associazioni di volontariato.

     

    “Al di là di facili scorciatoie – sostiene la Fp Cgil -, si raccoglie la sensibilità di alcuni rappresentanti politici, ma gli stessi devono necessariamente sollecitare l’apertura di una sede di confronto istituzionale che affronti i nodi più importanti che altrimenti rischierebbero di inficiare qualunque favolistica promessa. Ci riferiamo a tutta la materia in termini di accesso agli impieghi della pubblica amministrazione e delle società partecipate, che non può prescindere, anche alla luce della granitica giurisprudenza della Corte costituzionale, dalla selezione pubblica. A meno che non si voglia considerare il personale, definito soccorritore, inquadrabile contrattualmente in una categoria bassa. A tutto ciò si aggiunge la definizione di criteri che individuino i “requisiti” per rendere eventualmente “stabilizzabili” gli attuali soccorritori-volontari”.

     

    “Non deve inoltre sfuggire – segnala il sindacato - la problematica afferente alla individuazione della figura professionale del soccorritore. Da tempo sono aperti, a livello nazionale, tavoli di confronto circa la definizione dello specifico profilo”. “Rivendichiamo – afferma in conclusione la Fp Cgil - la piena rappresentanza delle questioni esposte che devono portarci ad affrontare, con il consenso di tutte le parti, nei prossimi mesi irrisolte questioni anche di tipo finanziario. Serietà, trasparenza e coerenza deve essere l’impegno per tutti, lontano dal clamore delle prossime campagne elettorali”.

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati