Lunedì, 10 Dicembre 2018

    Zes Taranto-Matera, Vico (PD) chiede al Governo di accelerare In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    "Quando verrà emanato dal Governo il Decreto istitutivo? E quando sarà costituito il Comitato di indirizzo?". L'ex deputato PD ed attuale presidente provinciale dell'assemblea ionica dei Democratici, Ludovico Vico, torna sul tema delle "Zone economiche speciali" e lo fa incalzando, in primo luogo, la ministra Barbara Lezzi: "La ministra per il Sud - afferma - chiarisca subito se intende richiedere integrazioni o modifiche al piano della Zes ionica, rinviando i documenti alla Regione Puglia, oppure inviarlo tempestivamente al presidente del Consiglio, se lo considera coerente. In quest’ultimo caso, rapidamente, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, si istituisca la Zes.


    La richiesta di un'accelerazione è dovuta al fatto che all'inizio di settembre, la Regione Puglia e la Regione Basilicata, hanno trasmesso alla ministra per la Coesione territoriale il piano di sviluppo strategico della Zes interregionale Taranto-Basilicata. Ma anche ad un'altra circostanza: "Il 16 settembre - afferma Vico - il vice premier campano Di Maio ha annunciato a Nola l’impegno di far partire il comitato di indirizzo per la Zes della Campania. Ricordiamo che ilpPiano di sviluppo strategico della Zes Campania e della Zes Calabria, avevano già ricevuto il Decreto istitutivo da parte del Governo Gentiloni a marzo scorso". Ora, conclude Vico, "auspichiamo che il premier Conte e la ministra Lezzi, non solo per campanilismo pugliese, ma soprattutto per dovere istituzionale, accelerino le procedure anche per la Puglia".


    Il Comitato sarà composto dal presidente dell’Autorità Portuale Mar Ionio, da un rappresentante per la Regione Puglia ed uno per la Regione Basilicata, da un rappresentante della presidenza dei ministri e da un rappresentante del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. "La costituzione del comitato di indirizzo consentirà - secondo l'esponente del PD - alle aziende incluse nella perimetrazione della Zes di accedere al regime agevolativo e al sistema delle incentivazioni dichiarate dalla Regione Puglia e Basilicata nel piano di sviluppo strategico. Per il regime fiscale di vantaggio, per le procedure semplificative e per il regime derogatorio rispetto alle ordinarie politiche nazionali - di competenza dell’autorità governativa -, bisognerà invece attendere la ratifica da parte dell’Unione Europea.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati