Giovedì, 15 Novembre 2018

    Sciopero per i tornelli rotti: 'Così perdiamo soldi in busta paga' In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Protesta del personale delle imprese dell'indotto Ilva che, questa mattina, dalle 7 alle 9 , hanno effettuato un presidio davanti alla portineria loro riservata. Circa 3mila persone hanno aderito all'iniziativa.
    Alla base della protesta ci sono i disagi organizzativi originati dal malfunzionamento di alcuni tornelli. Così accade che la mattina si formino file composte da quasi 300 persone, i lavoratori arrivano in ritardo in fabbrica e si vedono sottrarre dalla retribuzione i minuti trascorsi in attesa.

    Allo sciopero hanno aderito Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm e Usb, le quali nei giorni scorsi hanno evidenziato come tutti gli appelli e gli inviti rivolti a Ilva in amministrazione straordinaria siano stati vani. I sindacati di categoria, dopo l'annuncio dello sciopero fatto alcuni giorni fa, attendevano qualche segnale dall'azienda sulla base del quale revocare l'astensione dal lavoro, ma - riferiscono - non è arrivata alcuna rassicurazione.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati