Domenica, 18 Novembre 2018

    Polizia municipale, Usb pensa allo sciopero   In evidenza

     

     “I dipendenti del Comune e della Polizia Locale di Taranto attendono da troppo tempo che venga corrisposto loro parte della loro produttività lavorata e maturata negli anni 2016 e 2017". A dirlo è Angelo Ferrarese del coordinamento provinciale USB Taranto pubblico impiego che prosegue dicendo: "La base del lavoro del Comune di Taranto non può più sopportare un ciclo della perfomance che premia solo alcuni dirigenti. Non si può più sopportare che anche per l'anno d'esercizio 2018 si determini, per la base del lavoro sottodimensionato del Civico Ente, un fondo salario accessorio povero ed una premialità rivista al ribasso".


    Tra i lavoratori della Polizia municipale aderenti all'Usb il malcontento pare evidente. Dopo aver proclamato lo stato di agitazione, al termine di un'assemblea di tutti i lavoratori del Comune di Taranto indetta nella giornata del 30 ottobre, i lavoratori hanno deciso di fermarsi per un intero turno di lavoro.

    Le motivazioni le spiega ancora Ferrarese: "I lavoratori della Polizia Locale sono stanchi di fungere, davanti all'opinione pubblica, da capro espiatorio alle inefficienze palesate nella gestione del corpo dal dirigente Michele Matichecchia. I lavoratori, al termine dell’incontro, hanno deciso di sfiduciare il loro dirigente per diverse ragioni. Innanzitutto per aver anteposto il proprio obbiettivo di perfomance organizzativa, alla sicurezza e alla salute dei propri dipendenti. Per non aver avviato il confronto sindacale previsto per legge per attuare l'orario h 24. Per non aver denunciato l'introduzione del turno notturno all'Ispettorato dal Lavoro. Per non aver proposto all’amministrazione comunale un disciplinare di erogazione servizi conto terzi, la cui mancanza disperde risorse utili a costituire economie di bilancio".


    Al numero uno della Polizia locale viene anche rimproverato di "non aver applicato la legge di riforma regionale sulla polizia locale, redigendo un nuovo regolamento, ma demansionando di fatto tutto il personale di categoria C del corpo".

    Ora l'Usb annuncia di voler "individuare uno giorno di sciopero generale con l'astensione dal lavoro per l'intero turno di servizio”. Una grana che esplode mentre il Comune è acefalo, privo di una guida politica e prossimo al commissariamento.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati