Lunedì, 24 Giugno 2019

    Cassa integrazione Ilva, scontro PD-M5S In evidenza

    Il PD attacca i 5 Stelle di aver copiato un emendamento. Il Movimento replica che si tratta di falsità e specifica il motivo. Al centro il rifinanziamento della cassa integrazione per i lavoratori dell'Ilva che la legge di bilancio dovrebbe disporre.


    Ad avviare la querelle è il segretario del PD, Giampiero Mancarelli, che accusa il governo di aver bocciato un emendamento dell'opposizione, redatto dall'ex viceministro Bellanova, e di averne riproposto il contenuto in un emendamento a propria firma. Non solo. Secondo il numero uno dei Democratici di Taranto, l'emendamento del governo sarebbe stato scritto in maniera errata in quanto uno dei riferimenti normativi contenuti al suo interno sarebbe sbagliato.


    L'accusa di plagio non piace ai 5 Stelle ed in particolare al senatore Mario Turco, tirato in ballo da Mancarelli in quanto componente della commissione Bilancio del Senato. Così arriva la replica del portavoce pentastellato che in una nota stampa precisa che l'emendamento del PD è stato bocciato in quanto prevedeva una copertura economica che non avrebbe passato il vaglio della Ragioneria dello Stato. Il testo con il quale verrà prorogata al cassa integrazione agli operai dell'Ilva - precisa ancora Turco - individua le coperture nel Fondo di Sviluppo e Coesione ed è completamente diverso da quello della Bellanova.


    In attesa di eventuali controrepliche, registriamo che la manovra non è stata ancora votata dai due rami del Parlamento. Solo allora capiremo cosa ci sia nel documento finale.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati