Mercoledì, 23 Gennaio 2019

    Incidente mortale a Laterza, a processo anche dipendente comunale In evidenza

    Il pm Raffaele Graziano, alla chiusura delle indagini preliminari sulla tragedia della strada consumatasi a Laterza il 21 marzo scorso quando persero la vita il piccolo Tommaso Gallitelli, di neanche quattro anni, la mamma Anna, di 23, e la nonna Rosaria, di 58, ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio stradale in concorso, oltre che per i conducenti dei due veicoli coinvolti, anche per un dipendente del Comune di Laterza.

    A determinare la chiamata in causa di quest'ultimo potrebbe essere stata la segnaletica stradale all’incrocio tra via Madonna della Grazie e via Ninni, a Laterza, dove avvenne il sinistro mortale. Un avviso di 'stop' - secondo le parti civili - pressoché invisibile.


    La mattina del 21 marzo 2018, un 62enne di Ginosa stava guidando la sua Ford Focus con a bordo il nipotino la figlia e la moglie quando, uscendo da via Madonna delle Grazie, si è scontrato con un’autocisterna per il trasporto del latte che sopraggiungeva da via Ninni: l’unico occupante della vettura a sopravvivere a quell’impatto devastante, è stato proprio il 62enne.


    Il giudice per le indagini preliminari, Giuseppe Tommasino, ha fissato l’udienza preliminare del processo per il prossimo 17 maggio.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati