Venerdì, 25 Settembre 2020

    La MARINA MILITARE contro la pirateria. Nave Doria lascia Taranto per prendere parte all'operazione "ATALANTA"

    Il Cacciatorpediniere Andrea DORIA è salpato questa mattina alle ore 10, dalla Stazione Navale Mar Grande di Taranto. Un lungo viaggio lo porterà nelle acque dell'Oceano Indiano dove prenderà parte all'operazione multinazionale "ATALANTA" , attività di contrasto alla pirateria sotto protezione del comando europeo EUROMARFOR.

     

    La prima sosta sarà effettuata nel porto di Djibouti. Qui ci sarà il passaggio di consegne,  il cosiddetto HAND OVER, tra l'Ammiraglio della marina tedesca Jurgen ZUR MUHLEN e l'Ammiraglio Guido Rando della Marina Militare Italiana.

    Nell'occasione la Marina Militare assumerà per la terza volta il comando dell'Operazione da quando nel dicembre del 2008 il Consiglio dell'Unione Europea approvò la missione di contrasto al dilagante fenomeno della pirateria marittima, il cui giro di "affari" annuale è stimato in circa 250 milioni di Euro.

    La Task Force che l'Ammiraglio Rando si accinge a comandare al momento si compone di  4 unità di tipo fregate (1 olandese, 2 spagnole e 1 tedesca) e 1 Unità di tipo rifornitrice di squadra tedesca.

    Nelle operazioni di comando, controllo e coordinamento di tutte le Unità della TASK FORCE 465,  l'Ammiraglio italiano si avvarrà di uno staff internazionale formato da 34 tra ufficiali e sottufficiali appartenenti a 12 differenti nazioni (Belgio, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna).

    Nave Doria assumerà il compito di Flagship, ovvero di Unità sede di Comando per la condotta delle operazioni.  Un equipaggio composto di 208 uomini e donne di mare, teams specialistici della Brigata Marina San Marco (BMSM) e del Gruppo Operativo Subacquei (GOI) , una componente per la gestione dei velivoli ad ala rotante (SEZELICOT)  di ultima generazione EH 101, sono da oggi per mare comandati dal Capitano di Vascello Gianfranco ANNUNZIATA.

    La Marina Militare è presente nel Corno d'Africa anche con il Cacciatorpediniere Francesco MIMBELLI, impegnato dallo scorso febbraio nell'operazione Ocean Shield per il contrasto alla Pirateria sotto egida NATO.  

     LE FOTO SONO A CURA DI VideoM

     

     

    {gallery}nave_doria:::0:0{/gallery}

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati