Domenica, 17 Febbraio 2019

    Personale militare non idoneo: M5S vuole cambiare le regole

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Una proposta di legge per rivedere il quadro normativo italiano relativo al personale militare giudicato non idoneo. È questo il nucleo della proposta di legge depositata dall’onorevole Alessandra Ermellino, deputata tarantina del Movimento 5 Stelle e componente della commissione Difesa, che questa mattina ha illustrato i contenuti del suo disegno di legge presso il castello aragonese di Taranto.


    Secondo le disposizioni attualmente vigenti, tra cui il codice dell’ordinamento militare, il personale delle Forze armate e dell'Arma dei carabinieri giudicato non idoneo al servizio militare per lesioni dipendenti o meno da causa di servizio transita, a domanda, nelle fila del personale civile del ministero della Difesa.
    Nel disegno di legge a firma dell’onorevole Ermellino, ai militari non più idonei viene garantito ed esteso tale diritto: gli stessi potranno, infatti, transitare “presso ogni altra pubblica amministrazione, anche in deroga alle consistenze organiche dell’amministrazione di destinazione e, qualora in quest’ultima non vi siano posizioni organiche vacanti, gli oneri retributivi resteranno a carico del Dicastero della difesa, fino all’assorbimento del personale transitato nei quadri organici dell’amministrazione di destinazione”.
    La proposta, inoltre, estende la possibilità del transito “anche al personale dirigente delle forze armate fino al grado di colonnello” e sancisce che, in caso di invalidità o infermità gravi o croniche, “il personale militare transitato verrà trasferito presso sedi lavorative distanti al massimo 50 chilometri dal luogo di residenza e, ove non fosse possibile, entro al massimo 100 chilometri dal luogo di residenza”.
    Il transito del personale, infine, sarà subordinato al solo parere favorevole del ministero della Difesa.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati