Venerdì, 25 Settembre 2020

    Un nido di tartarughe sul litorale di Campomarino

    Un nido di tartarughe è stato individuato in un tratto di spiaggia libera del litorale di Campomarino di Maruggio. La sensazionale scoperta è avvenuta nei giorni scorsi da parte di alcuni bagnanti che si sono accorti della presenza di uova di tartarughe a pochi metri dal bagnasciuga.

     

    Dopo le segnalazioni, è stato quindi immediato l'intervento dei militari della Guardia Costiera di Maruggio, che verificata la fondatezza della notizia e al fine di preservare il sito, l'hanno transennato con rete metallica, delimitando un'area di circa 31,20 mq col divieto di accesso pena sanzioni a norma di legge. Sono stati poi i volontari ed il personale specializzato del Wwf ad  accertare la presenza all'interno del nido di circa una settantina di uova di tartarughe, delle quali tuttavia solo una ventina integre, essendo state verosimilmente le altre schiacciate dai bagnanti ignari della loro presenza.

    Il ritrovamento ha avuto grande eco, per la rarità dell'evento,  non solo tra il personale scientifico del settore ma anche nella popolazione locale tanto da indurre il Sindaco di Maruggio a recarsi sul posto per assistere alle operazioni.

    Il personale specializzato intervenuto, considerato che il luogo della deposizione era troppo vicino al bagnasciuga, ha quindi deciso di trasferire con grande cautela le uova sopravvissute in un altro nido realizzato artificialmente poco più a monte di quello originario, provvedendo a recintare con rete metallica anche quest'ultima area e che il personale della Guardia Costiera  ha poi provveduto ad interdire a chiunque con cartellonistica monitoria.

    Il sito sarà vigilato dai volontari del Wwf con la collaborazione del personale della Guardia Costiera sino a che le uova non si schiuderanno.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati