Venerdì, 25 Settembre 2020

    MARE SICURO 2014: La Guardia Costiera porta in salvo 13 diportisti

    Continuano senza soste gli interventi nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro, condotta dal personale della Capitaneria di porto Guardia Costiera di Taranto.

     

    Durante lo scorso fine settimana i controlli sono stati indirizzati nei confronti degli stabilimenti balneari, per la verifica del rispetto delle misure di sicurezza a tutela dei fruitori del mare, e delle unità navali per il rispetto delle norme sulla sicurezza della navigazione.

    Nella serata di sabato, inoltre, sono stati effettuati controlli a tre esercizi commerciali per la ristorazione, ubicati nel centro della città, per la verifica del rispetto della normative in ordine alla filiera della pesca. 

    L’esito dei citati controlli ha consentito di verificare il sostanziale rispetto delle norme pertinenti sulla commercializzazione e consumo del prodotto ittico, con particolare riferimento alla salute del consumatore ed alla sua buona fede.

    Nel corso dei controlli in mare, sono state accertate due violazioni amministrative a carico  di diportisti indisciplinati sorpresi a effettuare pesca subacquea in zone vietate e un verbale amministrativo per navigazione in zona riservata alla balneazione, in località Tramontone.

    Impegnativa, anche se fortunatamente priva di conseguenze, è stata anche  l’attività di soccorso condotta nei confronti di unità navali trovatesi in panne o con difficoltà nel rientro all’ormeggio, complice spesso la mancanza dei più elementari controlli prima della partenza: carburante, impianto elettrico, dotazioni di sicurezza. In particolare, nella giornata di venerdì sono state soccorse 4 persone a bordo di un natante da diporto alla deriva per avaria al motore in località Campomarino, inviato sul posto il dipendente mezzo nautico veloce, lo stesso, dopo aver intercettato inl natante in avaria ha provveduto a trarre in salvo i malcapitati. Nella giornata di domenica invece una imbarcazione a vela, con a bordo otto persone, ha chiesto soccorso per essersi incagliata nei pressi dell’isola di San Pietro, mentre, in zona Campomarino di Maruggio, una segnalazione tramite numero blu 1530 riferiva di un surfista in difficoltà, a  causa di un improvviso peggioramento delle condizioni meteo. Il personale in servizio presso il locale ufficio marittimo interveniva coinvolgendo anche una unità da diporto

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati