Lunedì, 16 Settembre 2019

    Differenziata: bando da 5,5 milioni per l'acquisto delle attrezzature

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Per far partire la raccolta differenziata è necessario ripensare l'intera infrastruttura dedicata ai rifiuti. Niente più cassonetti per le strade; sì alle pattumelle condominiali o familiari. Non solo. A Taranto si è pensato ad un servizio "misto", un servizio che prevede contenitori automatizzati in città vecchia e al borgo (il perimetro di quest'area si estende sino a via Leonida) dove i cittadini dovranno smaltire i loro rifiuti dopo averli preventivamente separati ed un servizio di raccolta differenziata porta a porta nei restanti quartieri.


    Per fare ciò, ancor prima di partire, è necessario l'acquisto delle attrezzature e dei materiali idonei. A tal fine il Comune di Taranto ha emanato il bando di gara che permetterà di dotarsi di quanto preventivamente stabilito. Una gara da 5,5 milioni di euro alla quale si potrà partecipare, presentando la propria offerta, entro le ore 13.00 del 25 settembre prossimo.

     

     

    Le attrezzature si dividono quindi in due gruppi: quelle necessaria alla raccolta automatizzata e quelle per la raccolta cosiddetta door to door. L'Amiu dovrebbe acquistare 393 cassonetti stradali automatizzati, un press container da 20 metri cubi, container scarrabili, cassonetti in ferro zincato, bidoni carrellati, ecc... Per avere un quadro completo si può fare riferimento a queste 2 slide preparate dall'azienda che ha redatto il progetto, la Pmf, e che abbiamo raccolto in un'unica scheda grafica.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati