Giovedì, 27 Febbraio 2020

    Nella gravina 24mila tonnellate di rifiuti: nei guai titolare di un’azienda In evidenza

    Foto fornita dalla GDF di Taranto Foto fornita dalla GDF di Taranto

    Sversava i rifiuti della lavorazione del marmo e della pietra in una gravina di Massafra. Per questa ragione, il titolare di un’azienda è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Martina Franca per il reato di attività di gestione rifiuti non autorizzata ed inquinamento ambientale. L’area è infatti di interesse pubblico perché sottoposta a vincolo paesaggistico ed idrogeologico.

    I militari sono stati supportati dagli elicotteri della sezione aerea di Bari.

    Scarti sversati attraverso un’apertura a forma di botola

    La società sversava in maniera sistematica gli scarti della lavorazione del marmo ed i fanghi reflui derivanti dalla perforazione delle pietre, grazie all’utilizzo di un’apertura a forma di botola ricavata in una parete prospiciente il precipizio della gravina. I militari delle Fiamme Gialle hanno inoltre rinvenuto materiali plastici, metallici, legno ed altro materiale di risulta, complessivamente quantificati in 24 mila tonnellate. L’area e le attrezzature aziendali sono state poste sotto sequestro.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati